La prima volta in un Club Privè. Quello che dovete assolutamente sapere.

La prima volta in un Club Privè. Quello che dovete assolutamente sapere.

Quante volte vi sarà venuta l’idea di provare un salto in un club di scambisti e poi non ci siete andati perchè qualcosa vi metteva paura o non vi convinceva?

Con l’articolo di oggi cercheremo di darvi tutte le informazioni, anche in base al vostro status (Coppia, Singola o Singolo) su quello che realmente succede nei club e cosa potete aspettarvi di trovare.

Un luogo di perdizione (Pericoloso?)

Iniziamo a definire cosa sia un Club Privè dicendo che no, non è una casa di appuntamenti e… NO… non è che chi entra deve immediatamente lanciare i propri genitali in mezzo alla folla e lanciarsi in orge sfrenate senza aver nemmeno avuto il tempo di ambientarsi.

Un Club (si parla genericamente) è un luogo che viene messo a disposizione dei Soci per poter avere un luogo riservato, lontanissimo da occhi indiscreti e senza rischi, per poter giocare a trasgredire.

Trasgredire non vuol dire forzatamente fare sesso di gruppo e subito. Trasgredire è anche semplicemente flitare, provocarsi con un’altra coppia e se scatta la scintilla si può decidere di approfondire, da soli o insieme ad altri, ma è anche vero che spesso una coppia va li, sta in disparte, bevicchia guarda e poi va via senza che succeda nulla.

Questo perchè quell’aurea peccaminosa che si vive in questo ambiente, aiuta le fantasie e la sessualità della coppia a prescindere che si sia consumato o meno.

Un ambiente intimo e trasgressivo

Non tutti i Club sono uguali.

Questa sezione avremmo dovuta metterla alla fine, ma abbiamo deciso di farvela leggere subito perchè nelle vostre scelte deve essere un elemento importante da tenere in considerazione.

Ci sono Club che non fanno tanta selezione all’ingresso (tanti.. molti dicono di farla ma poi se c’è da incassare fanno entrare chiunque), altri che invece cercano di equilibrare il rapporto coppie/singoli (puo’ variare da 1:1 a 3:1) e anche club che hanno serate libere per tutti e serate specificatamente riservate solo a coppie e singole (no singoli insomma).

Quando e se, leggendo il resto dell’articolo, valuterete la possibilità di andarci, evitate quella tipologia di club che non rientra nei vostri interessi. Se siete timidi e alle prime armi vi consigliamo un locale mediamente piccolo. Se invece siete già decisi a fare fuoco e fiamme ritenetevi piu’ liberi nelle scelte.

Cosa succede entrando in un Club la prima volta.

I club sono associazioni cultirali e quindi per accedere dovrete essere registrati come soci del club. Se è la prima volta che andate in quel posto, vi conviene dirglielo, solitamente (dipende dalla cortesia dei gestori) vi viene spiegato l’ambiente, i servizi offerti. Si entra (spesso con ovvio ed evidente imbarazzo se è la prima volta) e ci si sentirà addosso parecchi oggi.

Questa cosa è normale perchè è un luogo dove, giocando ovviamente, si è tutti prede e predatori. E’ normale studiarsi e osservarsi.

La coppia (o singola) in un club privè

Parlando sempre di voi, che siete una coppia alle prime armi, la paura più grande è quella di entrare ed essere assaltati da singoli, coppie che vi si siedono di fianco e rompono le scatole. Questo è assolutamente falso (nei locali ben gestiti.. sia chiaro).

In tutti i club se una coppia sta per i fatti suoi niente e nessuno, senza il loro permesso, può entrare in quella che si chiama “private zone” e cioè l’area della coppia (leggete il paragrafo successivo su come si comportano i singoli in un Club).

E’ probabile che riceverete un cenno di saluto, magari vi si offrirà cortesemente da bere. In questi ambienti un No Grazie non è mai un’offesa. E’ la cosa che solitamente più difficile da imparare.

Nel mondo dei Club chi si offende per un No Grazie non è adatto a quei posti. Quindi non vi sentite mai di offendere nessuno con un rifiuto.

Ogni coppia, ogni persona che entra in un club ha voglia di giocare in un modo personale. Tutti i presenti lo sanno quindi un No non vuol dire “mi fate schifo”, ma semplicemente un “per quello che abbiamo voglia di realizzare stasera (che può essere anche nulla) non ci rientrate”.

Se vi sentite a disagio o isolati la soluzione migliore è stazionare in zona bar o scambiare due chiacchiere con i gestori del locale. Magari vi da una mano a rompere il ghiaccio con altre persone se vi va di farlo.

I singoli in un club privè

Il maschio per una coppia o una singola è un oggetto che, a secondo di una loro scelta, può essere usato a piacimento. il “coglione” (usiamo il termine appropriato) che pensa che vada in un locale, scelga chi scoparsi e decida di farlo come lui creda, è semplicemente un povero idiota che di questo mondo non ne sa nulla.

Il singolo che entra in un club deve sapersi far notare, proporsi e accettare di indietreggiare, senza mai insistere, qualora la coppia o la singola con cui ha interagito non gradisca. Un no è un no. Non è che chiedendo la seconda volta la situazione possa cambiare come se l’avessi incontrata in un centro commerciale. Qui la timidezza non esiste.

Qualora si venga invitati ad avvicinarsi a una coppia ricordatevi che, per quanto vi interessi la lei, è appunto una coppia. Quando vi rivolgete a loro si parla al plurale, in particolare all’inizio si consiglia di interagire principalmente con il lui che, in quanto marito, spesso ha il ruolo anche di filtrare eventuale persone che risulterebbero sgradevoli prima ancora che lei decida che le possa andare bene.

Le mani addosso bisogna saperle mettere e capire quando sia il momento. Ci sono segnali che vi inviteranno a farlo. Troppo presto e vi siete giocati le possibilità di proseguire. Sappiate essere attenti a cio che vi si dice senza usare le parole.

Un singolo che si approccia direttamente, senza che abbia ottenuto il permesso da una coppia, se gli va bene viene invitato a uscire dal locale. Se gli va male (cosa che spesso mi auguro) dal locale ci esce comunque ma toccando terra una decina di metri più in là 😉

I nostri consigli

La prima cosa da dire, che può sembrare ovvia ma spesso non lo è, sta nello stabilire all’interno della coppia il giusto equilibrio decisionale. Se uno dei due non è convinto e non va di andarci, non ci andate.

E’ come portare vostro figlio in un posto dove non vuole assolutamente andarci. Potete insistere quanto volete sul fatto che poi si diverta, mentre invece, per partito preso, lo vedrete col muso tutto il tempo a guardarvi con occhi di odio e sofferenza. Evitate

L’unica cosa che è normale che voi abbiate è la paura dell’imbarazzo, motivo per cui pianificatevi sempre almeno un paio di tentativi prima di decidere se sia una cosa per voi o no.

Questo perchè se la tensione prende il sopravvento non riuscirete ad entrare in sintonia con l’ambiente. Con una seconda volta sarete sicuramente più a vostro agio.

Cercate di socializzare e scambiare due parole. Sappiate che l’altra coppia con cui parlerete ha avuto anch’essa la sua prima volta in un club. Chi meglio di loro possono capire il vostro stato mentale ed imbarazzo ed aiutarvi a comprendere meglio come non bisogna temere nulla?

Il Lato Oscuro del Sesso & Bad Romance Swingers Club di Roma

Per chi ancora non lo sapesse abbiamo creato una collaborazione strettissima (una vera e autentica amicizia con i gestori) con il Bad Romance Swingers Club di Roma e, tra le tante cose che abbiamo organizzato, ci siamo strutturati anche per accogliere “la vostra prima volta” e darvi un giusto occhio di riguardo e maggiore attenzione per aiutarvi ad ambientarvi (Leggi qui dal sito Bad Romance).

Il locale è ciò che sia di più perfetto per chi cerca un luogo non dispersivo, intimo e non volgare, in cui cercare di capire se questo mondo faccia per voi, senza nessuna pressione.

Vi ricordiamo inoltre che gli iscritti certificati di I.L.O. (qui la procedura) possono accedere gratuitamente al locale e usufruire di tutti i servizi, tra cui un Open Bar che aiuta tantissimo a rompere il ghiaccio. Per ottenere l’ingresso gratuito contattateci che vi invieremo il buono.

Potete trovare tutte le info sul Club ai seguenti link:

Sito web: www.BadRomanceClub.com

Telegram Channel: t.me/badromancerome

Twitter(X.com): x.com/SwingersBad

I.L.O. & Bad Romance Swingers Club. Una collaborazione fantasticamente trasgressiva

I.L.O. & Bad Romance Swingers Club. Una collaborazione fantasticamente trasgressiva

Il Lato Oscuro del Sesso e il Bad Romance Swingers Club di Roma hanno stretto una grandissima collaborazione basata anche sull’amicizia personale.

Ci siamo per parecchio tempo scambiati idee, la nostra filosofia di questo mondo trasgressivo e abbiamo visto come tutti noi lavoriamo con passione, pura, perchè ci piace quello che facciamo e non perchè il motore debba essere per forza un ritorno economico.

Alessia & Giorgio, proprietari del Bad Romance, hanno apprezzato il nostro social e community e abbiamo quindi deciso di lavorare insieme per creare un punto di incontro tra gli utenti che non sia solo virtuale e che permetta di avere sempre un posto di riferimento che non sia il classico club (magari ai maschietti va bene) dove se una coppia entra deve volteggiare una mannaia per tenere lontani i singoli 🙂

Il club rispecchia appieno la filosofia che lo stesso sito web ILO porta avanti dal 2012 e cioè di una socializzazione che non sia incentrata sul sesso, ma che questo ne sia la conseguenza se ci sia affinità e intrigo tra le due o più parti.

L’accordo prevede che per tutte le Coppie e Singole (Certificate ILO) si potrà ottenere uno (o più) accessi gratuiti al locale, senza nessun obbligo di qualsiasi genere se non di associazione (è per i membri ilo gratuita)

Per certificare il proprio profilo, in forma totalmente gratuita, è presente una guida al seguente link => QUI <=

Per i Singoli è prevista una scontistica del 50% al primo ingresso ma questo non è per tutti. I posti per i singoli in questo club sono limitatissimi (massimo da 1 a 3 a serata e in base al numero di coppie già presenti) per cui sarà a discrezione dello Staff rilasciare l’accesso.

Per tutti gli altri casi non esitate a chiederci sia informazioni che a farci domande.

Ora che abbiamo una “casa” prima o poi possiamo davvero iniziare a scegliere una serata in cui conoscerci in un posto tranquillo e sicuro e continuare a chiamarci per nicknames 😄

Il sito web del club è il seguente https://badromanceclub.com/

Dategli un’occhiata che è figo e l’ho fatto io 😄 quindi se dite che è brutto vi percuoto violentemente 😄

IMPORTANTE

L’essere utenti di ILO non da diritto a nessuna scontistica o privilegio. Prima di recarsi al locale dovete contattare lo staff ILO che vi fornirà un buono e vi metterà in contatto con la struttura per accordarsi sui giorni a disposizione per accedere

(Intervista) Nikita Sunrise – Come godere insieme alla regina delle Cam

(Intervista) Nikita Sunrise – Come godere insieme alla regina delle Cam

Il mondo delle CamGirl è pieno di ragazze che si mostrano in diretta per allietare la vostra giornata a cui, dietro il pagamento di una mancia, potete chiederle di fare ciò che vi va o di azionare macchinari (dildo, vibratori, plug e fucking machines) da remoto, scegliendo intensità e velocità.

Come per ogni settore del sesso per adulti si può trovare tutto quello che si vuole, dalle teen, alle lolita, alle donne più in carne o alle milfone da assalto che ti annientano anche solo con uno sguardo.

Ma come si prepara una serata in cam e come si cerca di soddisfare i visitatori della stanza durante le dirette?

Lo abbiamo chiesto alla richiestissima e ben conosciuta Nikita Sunrise che ringraziamo per aver accettato la nostra intervista.

Ciao Nikita, iniziamo con raccontare qualcosa di te ? Come hai iniziato con le cam? E’ stata la tua prima esperienza nel porno?

Ho iniziato un pò per gioco, quasi scherzo. Ho iniziato semplicemente a chattare con sconosciuti con la cam accesa e visto che mi chiedevano molto di più mi sono concessa. Ho scoperto che mi piace da morire essere guardata e non ho più smesso.

– Quando hai iniziato cosa senti di voler trasmettere alle persone che ti guardano?

io lo chiamo shine out. Non solo mi piace essere desiderata, ma anche dare piacere nel chi interagisce con me. Sapere che si sta godendo nel guardarmi, mi inebria e mi fa andare anche oltre. A volte troppo ^^

– Come prepari le serate ? Cosa fai per sentirti pronta ed essere così esplosiva durante le dirette?

È come andare ad un appuntamento con una persona che ti ha preso davvero tanto. La miglior ricetta è una bella doccia prima di iniziare, lava via lo stress e mi prepara anche mentalmente, donando un aspetto gradevole alla pelle e capelli. Una musica adatta all’umore e magari una candela profumata per creare l’atmosfera giusta. Solo alla fine mi do un colpetto di trucco e scelgo la lingerie in base a come mi senta in quel momento.

– Durante le tue dirette hai orgasmi ed alcuni riescono anche a raggiungere lo squirting. Cosa riesce ad eccitarti così tanto durante una sessione interattiva che comunque è pur sempre virtuale?

Ci sono dei fan che sanno di cosa io abbia bisogno durante gli show e sanno come farmi sorridere e godere. Spesso in cam si passa molto tempo a stimolarsi perchè è quello che ti chiedono, ma arrivata a un certo punto non ce la faccio più e ho bisogno di esplodere. Ovviamente mi aiuto anche con dei sex toys che sono fatti appositamente per raggiungere l’orgasmo. Alcuni sono fantastici perchè chi mi guarda può prenderne il controllo e alcuni utenti sono decisamente bravi a usarli.

– Quando parli di interazione durante i tuoi show cosa intendi e come funziona esattamente?

Come funziona l’interazione? I sex toys sono collegate alle mance e funzionano come slot machine: lancia il soldino e la macchinetta va 😃. Lo spettattore può anche prendere il controllo tramite un link creato appositamente. C’è possibilità di scrivere nella chat pubblica e anche mandare degli messaggi privati. C’è anche così detto tip menu con vari azioni che si possano chiedere di eseguire. La integrazione più importante ovviamente è lo show privato personalizzato dedicato solo a te.

– Nella sessualità in cam, quali sono le cose che ti piace più fare e quali meno?

Adoro mostrare il mio corpo per intero, viso compreso. Amo vivere questa atmosfera di festa dove regna sesnsualità, desiderio e venire in contatto con le fantasie degli altri e sentirsi presenti in quel sogno che si cerca di realizzare. Amo ricevere i complimenti e le mance come apprezzamento. Mi piace un po meno dover mantenere l’ordine nella mia stanza virtuale ma è una cosa necessaria per allontanare maleducati e mantenere una buona atmosfera per tutti.

– Il fatto di essere un personaggio parecchio noto al pubblico e, per la bellezza, essere particolarmente identificabile, non ti crea problemi poter essere riconosciuta in pubblico?

No, non mi crea problemi perché sono come Clark Kent di Superman. Con un paio di occhiali da sole non mi riconosce nessuno anche perchè in pubblico sono vestita ^^

– Quali sono le richieste dei tuoi fan che ti sono piaciute di più, e quali invece ti fanno storcere il naso?

Adoro vestirmi come mi viene chiesto, scegliere insieme gli indumenti e anche come truccarmi. Mi piace sentirmi trasportata nel suo gioco senza ancora sapere dove possa portare. Se l’ho fatto eccitare per bene e sono stata brava, lo capisco da come usa l’amante virtuale che lui può comandare in remoto. Spesso amo giocare con le mie mani piuttosto che con i soliti toys.

– Perchè preferisci comparire in cam la sera tardi?

La sera c’è piu’ intimità e l’atmosfera soffusa della sera o notte ci libera mentalmente. Anche chi mi viene a vedereè decisamente più porco e io in fondo sono una creatura notturna.

– Se dovessi dare qualche consiglio a chi volesse intraprendere questo mestiere, quali consigli daresti?

Fare la cam girl è difficile. E’ facilissimo iniziare ma per avere seguito e successo bisogna avere costanza, orari definiti e la mente libera. Inoltre devi sempre fare quello che piace a te altrimenti dopo un pò potrebbe venirti a nausea quello che stai facendo.

– Cosa ti sentiresti di dire alle persone che ancora non ti hanno mai vista in azione per convincerle almeno a dare un’occhiata su cosa sei capace di fare?

Se non hai visto i miei occhi, non hai visto niente. So di avere dei bellissimi occhi che rendono il sesso, anche se virtuale, più intenso.Ho una vagina bellissima di un colore rosa e un sorriso smagliante. Mi piacciono molto i sex toys di dimensioni importanti e quando faccio squirting non è solo un qualcosa per far contento chi mi guarda. Chi ama i piedini, i feet fetish lovers, non rimane mai deluso. Di solito mi troverai in azione con la fuckmachine, ma gioco anche con altri toys, olio, panna montata, saliva, abbigliamento particolare. Mi piace sempre ricordare a chi gioca con me che dopo un pò anche io ho bisogno di essere scopata forte. Speriamo di trovare uomini che sappiano trasmettere per bene di cosa siano capaci quando di fronte hanno una donna che ha bisogno di “certe cose”

Nikita Sunrise in cam (dalle ore 23:00 tutti i giorni)

 

==> Canali CAM diretta Video <==

 

Chaturbate

StripChat

Cam4

BongaCams

==> Profili Social <==

 

 

Twitter (X)

Canale Telegram FREE

Tette per Tutti !!! Quante forme meravigliose può avere?

Tette per Tutti !!! Quante forme meravigliose può avere?

Parliamo di seno e di tutte le forme meravigliose che può avere. Tondo, a goccia o asimmetrico…l’unica cosa che non conta sono le dimensioni.

La grandezza, infatti, potrà determinare la taglia di reggiseno, ma non incide in nessun modo sull’aspetto del décolleté, che – per inciso – è sempre meraviglioso. Un seno, qualsiasi, se rapportato alla propria fisicità farà cadere molti sguardi e aumentare la miopia alla categoria maschile, a prescindere dalle sue dimensioni.

Ma quante forme di tette esistono e quali sono le vostre preferite?

Forme di seno: il seno asimmetrico

Per prima cosa, sappiate che nessun décolleté è perfettamente simmetrico. D’altra parte, esistono seni decisamente asimmetrici, in cui la differenza tra destra e sinistra è piuttosto marcata. Un tratto distintivo da apprezzare e valorizzare, specialmente scegliendo un reggiseno che metta il décolleté in primo piano o optando, nel caso vogliate rendere poco percettibile questa asimmetria, per due coppe con imbottitura diversa.

Il seno a campana

Riconoscere questa forma di seno è facile: più stretto nella parte superiore e più ampio in quella inferiore, questo tipo di décolleté ha bisogno di sostegno. Molto spesso, infatti, il seno a campana è la forma associata alle scollature più generose e, per questo, tendenzialmente più pesanti.

Tipi di seno: la scollatura East/West

Vi sembra che i vostri seni guardino in direzioni opposte? Potreste avere una forma del seno di tipo East/West. Per esserne certi vi basterà osservare i capezzoli che, generalmente, guardano verso l’esterno. Una sorta di strabismo, che lascia un’apertura sul cuore e vi lancia un messaggio chiaro: siete pronte ad ampliare i vostri orizzonti.

La scollatura Side Set

In questo caso, i seni sono tondi, ma distanti tra loro. Simile al seno East/West, questa forma è caratterizzata da uno spazio piuttosto ampio tra i due seni, ma con capezzoli che puntano in avanti.

Caratteristiche del seno snello

Il seno snello è l’esatto opposto di un seno a campana: più ampio nella parte superiore rispetto a quella inferiore, ha una forma quasi triangolare, visto che il seno tende a restringersi formando quasi una punta. Tipico delle ragazze che hanno poco seno, si valorizza con un push-up.
forme del seno

Il seno a goccia d’acqua

Proporzionato e simile a quello a campana, il seno a goccia risulta più pieno nella parte inferiore e assume una forma leggermente appuntita. Il modo più facile di riconoscerlo? Osservarlo di profilo. Da questa angolazione, infatti, le sue caratteristiche sono molto più marcate.

Come riconoscere un seno tondo?

Questa tipologia è certamente la più simmetrica, infatti, il seno risulta pieno allo stesso modo in alto e in basso. Il risultato sono seni perfettamente circolari e armoniosi e, infatti, questa forma è spesso il risultato di un intervento. Poco importa, però, che il seno sia naturale o rifatto: l’unica cosa che conta è accettarlo esattamente per come appare.

Le fantasie sessuali più diffuse tra le under 25. Sai quali sono?

Le fantasie sessuali più diffuse tra le under 25. Sai quali sono?

I propri gusti sessuali cambiano rispetto all’età in particolare per le donne che, molto più degli uomini, amano sperimentare situazioni diverse e inconsuete.

Mentre la stragrande maggioranza degli uomini si limita a un “basta che si scopi”, le donne invece hanno decisamente un gusto più raffinato nella scelta di “tutto” e per loro spesso è molto più intrigante la situazione che quello che voi le state facendo.

E quali sono le fantasie più ricorrenti nelle donne Under 25? ecco a voi un piccolo elenco:

Uomo più grande o famoso

E’ un classico: le giovani ragazze cercano qualcuno che le vizi e coccoli alo stesso tempo e questo spesso accade quando la persona è più grande. Va messo da parte il discorso della figura paterna: è più uno sugar daddy che possa dare maturità e sicurezza nell’abbandonarsi.

Sesso di gruppo

L’orgia o sesso di gruppo è una delle fantasie sessuali più esplorate dalle giovani, anche se la fantasia piu’ ricorrente si limita a farlo con al massimo due ragazzi. Questo perchè un numero maggiore di componenti mette fondamentalmente paura e si rischia non avere più il controllo della situazione.

Sesso all’aperto

E’ forse la tipologia più realizzabile di fantasia: basta trovare il luogo giusto ed un partner altrettanto avventuroso. E quando si è giovani entrambi i fattori non sono difficili da ottenere.

Esibizionismo

Farlo davanti ad altre persone, o in luoghi nei quali si possa essere facilmente scoperti. Magari una finestra che dà sull’esterno. Le possibilità sono molteplici, come le variazioni sul tema di questa fantasia esibizionista.

Sperimentare sessualmente

Quando si tratta di sesso bisogna ricordare che la sessualità è fluida molto più di quel che si pensa.  E i più giovani in tal senso… fantasticano molto. Come biasimarli? Non sempre agiscono su tali fantasie però.

Scambismo, Poliamore e Monogamia. Pro e Contro.

Scambismo, Poliamore e Monogamia. Pro e Contro.

Crediamo fortemente nella libertà in cui chiunque possa sentirsi libero di vivere la propria sessualità, nella forma che predilige, a patto che ci sia sempre consensualità e non ci siano minorenni coinvolti.

L’unica pratica che non tolleriamo è quella di chi pretende di mettere bocca (e non in quel senso) su quello che fanno gli altri, inneggiando alla moralità, ai valori e ai costumi. Che poi queste sono le stesse persone pronte a rimangiarsi qualsiasi dei valori di cui si riempiono i discorsi appena qualcosa gli torna conveniente o utile.

Un pò come quelli che inveiscono contro l’eccessivo traffico e disordine delle città, ma se poi parcheggiano in doppia fila è perchè “ma a chi do fastidio per 5 minuti?”

Un problema culturale

La cultura occidentale contemporanea onora la monogamia, sostenendola come uno standard morale ideale e come fondamento solido per la costruzione di interazioni sociali normative per individui, gruppi e istituzioni.

Il risultato di questa prescrizione culturale è l’affermarsi della superiorità maschile.

Nello specifico, le idee maschili tradizionali riguardano la convinzione del possesso esclusivo delle donne come proprietà sessuale, oppure si allontanano dalle idee di proprietà per abbracciare la tradizionale nozione di genere della mascolinità come prestazione competitiva con altri uomini. Infine, attualmente molti uomini si concentrano sulla cooperazione e la comprensione, misurando il “successo” in termini di soddisfazione dei partner.

Questo spostamento segna una potente trasformazione nelle dinamiche di potere di genere.

La Monogamia

C’è chi la definisce la gabbia dell’amore, chi l’unica soluzine per la stabilità di coppia. Vero o falso che sia, rimane il fatto che nella quasi totalità delle coppie dichiaratamente monogame si è confessato di aver avuto almeno un paio di scappatelle (sia lei, che lui). La media Italiana di numero di scappatelle (tradimenti) per coppia si attesta su un valore di 4,7.

Va benissimo essere sempre convinti che il proprio o la propria partner non ci abbia mai traditi, ma statisticamente, al di là delle proprie convinzioni, i dati statistici dicono qualcosa di completamente diverso.

La Monogamia andrebbe meglio definita come “occhio non vede, cuore non duole”

Lo Scambismo

Gli scambisti scollegano l’amore e il sesso per preservare la relazione d’amore unica e monogama prescritta dall’ideologia dell’amore romantico.

In sintesi, il loro amore è monogamo, i loro corpi no.

L’aver avuto il sesso più bello della propria vita, che il partner abbia partecipato o no insieme ad altri, non intacca minimamente il legame sentimentale della coppia che, anzi, ne esce rafforzato perchè proprio attraverso questa unione, si realizzano insieme desideri e sogni che altrimenti verrebbero comunque fatti, minando la fiducia reciproca.

Lo scambismo però ha anch’esso un difetto.

Spesso si inizia perchè il proprio rapporto si è spento o si sta spegnendo o a seguito di un tradimento scoperto. La coppia vive una nuova giovinezza, realizza cose impensabili e il sapore del “peccato” e del “proibito” pervade la loro vita e le loro giornate.

Ma come tutti i fuochi che bruciano troppo intensamente, dopo qualche anno (la media è 4) si sente di aver provato un pò tutto e si torna ad un rapporto quasi (ripeto quasi) esclusivamente monogamo, ma assolutamente stabile e rafforzato.

Il Poliamore

I poliamanti sostengono che un rapporto intimo di amore e sessualità con una persona non impedisce relazioni simili con gli altri individui.

Alcuni partecipanti, invitati da uno studio ad esprimersi liberamente, hanno scelto il poliamore come una posizione puramente ideologica; cioè, credevano che la monogamia fosse una prescrizione sociale che limitasse la loro vita e quindi la rifiutavano.

La maggior parte dei partecipanti, tuttavia, è emersa come poliamorosa perché voleva mantenere più relazioni intime importanti: alcuni erano scambisti che avevano scelto di passare alla poliamoria perché avevano sviluppato forti legami emotivi con i loro partner sessuali; altri si sono innamorati di una persona al di fuori dei loro matrimoni, ma erano ancora innamorati dei loro partner e insieme hanno deciso di diventare poliamorosi.

Il resto dei partecipanti ha deciso congiuntamente come coppia di voler provare il poliamore come un modo per arricchire la propria vita ed espandere connessioni significative.

Considerazioni

Possiamo dire che l’unica pratica che sia sconsigliata a chiunque sia l’astinenza.

Vivete la vostra sessualità liberamente, non date peso a quello che gli altri potrebbero dire, perchè quelli che devono essere felici siete voi, non chi presumibilmente è sessualmente infelice e soffre nel vedere gli altri realizzati.