“UnderBoobs”. La nuova moda sexy per i selfie

Per la felicità di tutti gli uomini, e perchè no di alcune donne, l’hashtag più hot del momento sui social network è #underboob, letteralmente “sotto le tette”, ed è la nuova frontiera dei sexy selfie.

Già il selfie era una mania: c’è chi non mette piede fuori di casa se prima non pubblica online una foto dell’outfit con cui sta uscendo in pubblico. Solo che ora si mostrano le tette!

La nuova moda spopola tra Instagram e Twitter, con migliaia di foto piccanti, selfie prosperosi pubblicati dalle ragazze che si fotografano a seno parzialmente scoperto, ma senza mostrare troppo.

Dagli USA, la tendenza è dilagata in tutto il mondo in un batter d’occhio: migliaia di attraenti ragazze postano le loro immagini, e da sotto le magliette si intravedono le forme molto spesso abbondanti.

Le foto lasciano sempre intravedere la parte bassa del seno, che a volte sporge da una maglietta appena rialzata, altre volte straborda da un reggiseno o da un bikini troppo stretto.

Seni perfetti o quasi, sempre pieni, prepotenti, prorompenti: chi più ne ha, metta il meglio in evidenza, sembra essere l’ultimo grido.

E astenersi misere seconde un po’ cadenti, di reggiseno.
Insomma, sono arrivate le varianti spregiudicate dell’autoscatto: c’è anche il Belfie (in cui protagonista non è la faccia ma il lato-b, o sedere), e poi ancora l’aftersex selfie(l’autoscatto dopo l’orgasmo, belli soddisfatti e rilassati).

Insomma, era inevitabile che prima o poi l’originale selfie si sarebbe tramutato in occasione per esibire atteggiamenti sempre più hot e parti del corpo sempre più intime.

Lo fanno anche i VIP? Certo: Jen Selter, considerato “il lato B più popolare di Instagram” (uno dei social network dedicati esclusivamente alle immagini), grazie alle foto ha fatto ad esempio del suo fondoschiena il suo lavoro. Claudia Romani,  grazie ai social network, in cui posta le proprie immagini semi-hot, riesce ad accaparrarsi migliaia di fan sulla rete.

Controindicazioni? Diciamo che il pericolo più diretto che si corre è una segnalazione del proprio profilo Instagram, al di là delle possibilità di essere beccati dai genitori, fidanzati, mariti e magari capi ufficio, con le conseguenze che potete immaginare (oppure no, chissà…)

Ma ricordiamoci sempre che il web è frequentato anche da persone che potrebbero approfittare o rubare degli scatti postati sui social, per ogni tipo di scopo.

Articoli Casuali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

WordPress spam blocked by CleanTalk.