(Intervista) Nikita Sunrise – Come godere insieme alla regina delle Cam

(Intervista) Nikita Sunrise – Come godere insieme alla regina delle Cam

Il mondo delle CamGirl è pieno di ragazze che si mostrano in diretta per allietare la vostra giornata a cui, dietro il pagamento di una mancia, potete chiederle di fare ciò che vi va o di azionare macchinari (dildo, vibratori, plug e fucking machines) da remoto, scegliendo intensità e velocità.

Come per ogni settore del sesso per adulti si può trovare tutto quello che si vuole, dalle teen, alle lolita, alle donne più in carne o alle milfone da assalto che ti annientano anche solo con uno sguardo.

Ma come si prepara una serata in cam e come si cerca di soddisfare i visitatori della stanza durante le dirette?

Lo abbiamo chiesto alla richiestissima e ben conosciuta Nikita Sunrise che ringraziamo per aver accettato la nostra intervista.

Ciao Nikita, iniziamo con raccontare qualcosa di te ? Come hai iniziato con le cam? E’ stata la tua prima esperienza nel porno?

Ho iniziato un pò per gioco, quasi scherzo. Ho iniziato semplicemente a chattare con sconosciuti con la cam accesa e visto che mi chiedevano molto di più mi sono concessa. Ho scoperto che mi piace da morire essere guardata e non ho più smesso.

– Quando hai iniziato cosa senti di voler trasmettere alle persone che ti guardano?

io lo chiamo shine out. Non solo mi piace essere desiderata, ma anche dare piacere nel chi interagisce con me. Sapere che si sta godendo nel guardarmi, mi inebria e mi fa andare anche oltre. A volte troppo ^^

– Come prepari le serate ? Cosa fai per sentirti pronta ed essere così esplosiva durante le dirette?

È come andare ad un appuntamento con una persona che ti ha preso davvero tanto. La miglior ricetta è una bella doccia prima di iniziare, lava via lo stress e mi prepara anche mentalmente, donando un aspetto gradevole alla pelle e capelli. Una musica adatta all’umore e magari una candela profumata per creare l’atmosfera giusta. Solo alla fine mi do un colpetto di trucco e scelgo la lingerie in base a come mi senta in quel momento.

– Durante le tue dirette hai orgasmi ed alcuni riescono anche a raggiungere lo squirting. Cosa riesce ad eccitarti così tanto durante una sessione interattiva che comunque è pur sempre virtuale?

Ci sono dei fan che sanno di cosa io abbia bisogno durante gli show e sanno come farmi sorridere e godere. Spesso in cam si passa molto tempo a stimolarsi perchè è quello che ti chiedono, ma arrivata a un certo punto non ce la faccio più e ho bisogno di esplodere. Ovviamente mi aiuto anche con dei sex toys che sono fatti appositamente per raggiungere l’orgasmo. Alcuni sono fantastici perchè chi mi guarda può prenderne il controllo e alcuni utenti sono decisamente bravi a usarli.

– Quando parli di interazione durante i tuoi show cosa intendi e come funziona esattamente?

Come funziona l’interazione? I sex toys sono collegate alle mance e funzionano come slot machine: lancia il soldino e la macchinetta va 😃. Lo spettattore può anche prendere il controllo tramite un link creato appositamente. C’è possibilità di scrivere nella chat pubblica e anche mandare degli messaggi privati. C’è anche così detto tip menu con vari azioni che si possano chiedere di eseguire. La integrazione più importante ovviamente è lo show privato personalizzato dedicato solo a te.

– Nella sessualità in cam, quali sono le cose che ti piace più fare e quali meno?

Adoro mostrare il mio corpo per intero, viso compreso. Amo vivere questa atmosfera di festa dove regna sesnsualità, desiderio e venire in contatto con le fantasie degli altri e sentirsi presenti in quel sogno che si cerca di realizzare. Amo ricevere i complimenti e le mance come apprezzamento. Mi piace un po meno dover mantenere l’ordine nella mia stanza virtuale ma è una cosa necessaria per allontanare maleducati e mantenere una buona atmosfera per tutti.

– Il fatto di essere un personaggio parecchio noto al pubblico e, per la bellezza, essere particolarmente identificabile, non ti crea problemi poter essere riconosciuta in pubblico?

No, non mi crea problemi perché sono come Clark Kent di Superman. Con un paio di occhiali da sole non mi riconosce nessuno anche perchè in pubblico sono vestita ^^

– Quali sono le richieste dei tuoi fan che ti sono piaciute di più, e quali invece ti fanno storcere il naso?

Adoro vestirmi come mi viene chiesto, scegliere insieme gli indumenti e anche come truccarmi. Mi piace sentirmi trasportata nel suo gioco senza ancora sapere dove possa portare. Se l’ho fatto eccitare per bene e sono stata brava, lo capisco da come usa l’amante virtuale che lui può comandare in remoto. Spesso amo giocare con le mie mani piuttosto che con i soliti toys.

– Perchè preferisci comparire in cam la sera tardi?

La sera c’è piu’ intimità e l’atmosfera soffusa della sera o notte ci libera mentalmente. Anche chi mi viene a vedereè decisamente più porco e io in fondo sono una creatura notturna.

– Se dovessi dare qualche consiglio a chi volesse intraprendere questo mestiere, quali consigli daresti?

Fare la cam girl è difficile. E’ facilissimo iniziare ma per avere seguito e successo bisogna avere costanza, orari definiti e la mente libera. Inoltre devi sempre fare quello che piace a te altrimenti dopo un pò potrebbe venirti a nausea quello che stai facendo.

– Cosa ti sentiresti di dire alle persone che ancora non ti hanno mai vista in azione per convincerle almeno a dare un’occhiata su cosa sei capace di fare?

Se non hai visto i miei occhi, non hai visto niente. So di avere dei bellissimi occhi che rendono il sesso, anche se virtuale, più intenso.Ho una vagina bellissima di un colore rosa e un sorriso smagliante. Mi piacciono molto i sex toys di dimensioni importanti e quando faccio squirting non è solo un qualcosa per far contento chi mi guarda. Chi ama i piedini, i feet fetish lovers, non rimane mai deluso. Di solito mi troverai in azione con la fuckmachine, ma gioco anche con altri toys, olio, panna montata, saliva, abbigliamento particolare. Mi piace sempre ricordare a chi gioca con me che dopo un pò anche io ho bisogno di essere scopata forte. Speriamo di trovare uomini che sappiano trasmettere per bene di cosa siano capaci quando di fronte hanno una donna che ha bisogno di “certe cose”

Nikita Sunrise in cam (dalle ore 23:00 tutti i giorni)

 

==> Canali CAM diretta Video <==

 

Chaturbate

StripChat

Cam4

BongaCams

==> Profili Social <==

 

 

Twitter (X)

Canale Telegram FREE

Tette per Tutti !!! Quante forme meravigliose può avere?

Tette per Tutti !!! Quante forme meravigliose può avere?

Parliamo di seno e di tutte le forme meravigliose che può avere. Tondo, a goccia o asimmetrico…l’unica cosa che non conta sono le dimensioni.

La grandezza, infatti, potrà determinare la taglia di reggiseno, ma non incide in nessun modo sull’aspetto del décolleté, che – per inciso – è sempre meraviglioso. Un seno, qualsiasi, se rapportato alla propria fisicità farà cadere molti sguardi e aumentare la miopia alla categoria maschile, a prescindere dalle sue dimensioni.

Ma quante forme di tette esistono e quali sono le vostre preferite?

Forme di seno: il seno asimmetrico

Per prima cosa, sappiate che nessun décolleté è perfettamente simmetrico. D’altra parte, esistono seni decisamente asimmetrici, in cui la differenza tra destra e sinistra è piuttosto marcata. Un tratto distintivo da apprezzare e valorizzare, specialmente scegliendo un reggiseno che metta il décolleté in primo piano o optando, nel caso vogliate rendere poco percettibile questa asimmetria, per due coppe con imbottitura diversa.

Il seno a campana

Riconoscere questa forma di seno è facile: più stretto nella parte superiore e più ampio in quella inferiore, questo tipo di décolleté ha bisogno di sostegno. Molto spesso, infatti, il seno a campana è la forma associata alle scollature più generose e, per questo, tendenzialmente più pesanti.

Tipi di seno: la scollatura East/West

Vi sembra che i vostri seni guardino in direzioni opposte? Potreste avere una forma del seno di tipo East/West. Per esserne certi vi basterà osservare i capezzoli che, generalmente, guardano verso l’esterno. Una sorta di strabismo, che lascia un’apertura sul cuore e vi lancia un messaggio chiaro: siete pronte ad ampliare i vostri orizzonti.

La scollatura Side Set

In questo caso, i seni sono tondi, ma distanti tra loro. Simile al seno East/West, questa forma è caratterizzata da uno spazio piuttosto ampio tra i due seni, ma con capezzoli che puntano in avanti.

Caratteristiche del seno snello

Il seno snello è l’esatto opposto di un seno a campana: più ampio nella parte superiore rispetto a quella inferiore, ha una forma quasi triangolare, visto che il seno tende a restringersi formando quasi una punta. Tipico delle ragazze che hanno poco seno, si valorizza con un push-up.
forme del seno

Il seno a goccia d’acqua

Proporzionato e simile a quello a campana, il seno a goccia risulta più pieno nella parte inferiore e assume una forma leggermente appuntita. Il modo più facile di riconoscerlo? Osservarlo di profilo. Da questa angolazione, infatti, le sue caratteristiche sono molto più marcate.

Come riconoscere un seno tondo?

Questa tipologia è certamente la più simmetrica, infatti, il seno risulta pieno allo stesso modo in alto e in basso. Il risultato sono seni perfettamente circolari e armoniosi e, infatti, questa forma è spesso il risultato di un intervento. Poco importa, però, che il seno sia naturale o rifatto: l’unica cosa che conta è accettarlo esattamente per come appare.

Culo, Culo delle mie brame…perchè alle mie spalle si crea uno sciame (di uomini?)

Culo, Culo delle mie brame…perchè alle mie spalle si crea uno sciame (di uomini?)

Il mondo si è sempre diviso tra religiosi ed atei, guelfi e ghibellini, progressisti e conservatori, ma niente è più divisivo di cosa sia più bello in una donna tra delle belle tette e un bel culo.

Una credenza antica sostiene che gli uomini sono attratti dalle donne che hanno la vita stretta e i fianchi larghi, perché evocano fertilità e giovinezza nella loro mente.

Ebbene, questa credenza è stata demolita grazie a uno studio che avrebbe scoperto perché il culo è diventata ossessione di alcuni uomini…. vabbè, diciamo pure tutti.

Il motivo sta nella curva naturale, la quale si crea naturalmente. Più di 300 uomini sono stati valutati per capire l’esatta curvatura del culo, la quale farebbe scattare negli uomini eccitazione e desiderio.

I profili del culo femminile variavano da una gradazione dai 26 ai 61.

Praticamente, la curvatura perfetta è di circa 45,5 gradi, ma non è solo il sedere a farla da padrone. Gli esperti hanno scoperto che è grazie alla struttura della colonna vertebrale è il punto cardine della seduzione, e della formazione delle curve.

Non sono quindi le chiappe e la loro struttura fatta di muscoli e grasso a donare ai vari sederi la loro caratteristica forma.

Ecco spiegato perché star come Jennifer Lopez e Kim Kardashian sono elogiate per avere un culo da favola.

Questa ricerca comunque non ha fatto che confermare una tesi sostenuta da autorevoli antropologi: la curvatura preferita dai maschi è l’ideale per ridistribuire la massa sui fianchi in caso di gravidanza della donna.

Eppure agli uomini piace il culo, il quale è stato classificato in tre categorie importanti La prima è quella del culo sporgente, ossia quello aggettante all’indietro.

E’ il culetto più diffuso e simpatico, quello dei veri intenditori che se lo spupazzerebbero per ore. Seconda categoria, il culo largo, perché praticamente lo formano i fianchi larghi: tipico esempio, l’insegnante sexy che scrive alla lavagna

Considerazioni personali

Al di là del fatto estetico, mio personalissimo parere, ciò che differenzia le preferenze tra seno e sedere sta nel modo in cui si vive il rapporto con l’altro sesso, la propria sessualità e la propria interiore filosofia di immaginare un rapporto.

Le tette una donna le ha abbondati solo grazie ad una fortunosa propensione genetica o a un bravissimo chirurgo plastico. Un bel culo, se non ci lavori, è difficile che rimanga tale superati i 30 anni.

Gli uomini che amano i bei sederi sono solitamente quelli che hanno una vita sessuale più soddisfacente e che vedono nell’impegno che la donna ci mette a mantenere in posizione quei glutei, un’indicazioni sull’impegno che sa metterci anche … diciamo “altre cose”.

Il sesso anale è vero che non piace a tutti, ma è una forma di dominazione sessuale, una concessione che la donna ti fa perchè sei stato bravo e l’hai portata a desiderarlo. Un bel culo in mostra è di per se un premio in palio.

E voi cosa preferite? Belle tette o bel sedere? No.. entrambe le cose non potete sceglierle ^^

Lo scambio di coppie in Italia: esplorando la libertà sessuale e le relazioni non convenzionali

Lo scambio di coppie in Italia: esplorando la libertà sessuale e le relazioni non convenzionali

Introduzione Lo scambio di coppie, un fenomeno che coinvolge la condivisione di partner sessuali consensuali tra coppie, sta diventando sempre più presente in Italia. In un’epoca in cui la sessualità e le relazioni non convenzionali stanno guadagnando maggiore accettazione e apertura mentale, molte coppie italiane stanno esplorando questa pratica come modo per spezzare la routine e sperimentare nuove emozioni.

Contesto culturale L’Italia, una nazione con una forte tradizione cattolica, sta vivendo un cambiamento culturale significativo riguardo alla sessualità e alle relazioni. L’influenza di movimenti come il poliamore e l’apertura mentale verso le varie forme di espressione sessuale stanno aprendo la strada a una maggiore comprensione e tolleranza dello scambio di coppie.

Motivazioni Le motivazioni che spingono le coppie italiane ad avvicinarsi allo scambio di partner sono varie. Alcuni cercano una maggiore intimità emotiva ed erotica, desiderando sperimentare nuove connessioni e rafforzare il legame con il proprio partner. Altri sono mossi dalla curiosità e dalla voglia di esplorare la propria sessualità in un ambiente sicuro e consensuale.

Comunità e club In Italia, esistono diverse comunità e club dedicati allo scambio di coppie. Questi luoghi offrono un ambiente discreto e riservato in cui le coppie possono incontrarsi, socializzare e intraprendere esperienze con altre coppie interessate. Alcuni club organizzano eventi e feste tematiche per facilitare gli incontri e creare un’atmosfera accogliente.

Norme e regole Lo scambio di coppie in Italia è regolato da norme e regole che sottolineano l’importanza del consenso e del rispetto reciproco. La comunicazione aperta e onesta tra i partner è fondamentale, insieme alla definizione chiara dei confini e dei desideri di ciascun individuo. Queste regole servono a garantire che l’esperienza sia piacevole e rispettosa per tutti i partecipanti.

Benefici e sfide Lo scambio di coppie può portare una serie di benefici, tra cui una maggiore fiducia e complicità tra i partner, la sperimentazione di fantasie e desideri nascosti, nonché l’arricchimento della vita sessuale. Tuttavia, ci sono anche sfide da affrontare, come la gestione delle emozioni, la negoziazione dei confini e la potenziale comparsa di gelosia.

È fondamentale affrontare queste sfide con maturità ed empatia, creando uno spazio in cui entrambi i partner si sentano ascoltati e rispettati. La comunicazione aperta e la trasparenza sono essenziali per mantenere la fiducia reciproca e preservare la relazione di coppia.

Etica e consigli Nel contesto dello scambio di coppie, l’etica svolge un ruolo cruciale. Rispettare il consenso di tutti i partecipanti è fondamentale. È importante anche prendere in considerazione i sentimenti e i bisogni di tutte le persone coinvolte. Una comunicazione aperta, sincera e rispettosa può aiutare a evitare incomprensioni e malintesi durante l’esperienza di scambio.

Conclusioni Lo scambio di coppie in Italia sta guadagnando gradualmente accettazione e popolarità come forma di esplorazione sessuale e di relazione non convenzionale. Mentre ogni coppia è libera di fare le proprie scelte, è fondamentale che lo scambio di partner avvenga in un contesto consensuale, rispettoso e basato su una comunicazione aperta. È importante comprendere che non è una pratica adatta a tutti, e ogni coppia deve valutare attentamente i propri desideri, bisogni e limiti prima di intraprenderla.

La truffa del ricatto sessuale sul Web: di cosa si tratta e come difendersi

La truffa del ricatto sessuale sul Web: di cosa si tratta e come difendersi

Si tratta di una pratica usata da cyber criminali per estorcere denaro alle vittime, che sono soprattutto uomini (ma la truffa può colpire anche le donne).

La tecnica è abbastanza semplice (ma evidentemente efficace): la vittima viene contattata via Facebook (o su altri social media) da una persona che crea un profilo falso con foto di donne o uomini avvenenti: sono esche sessuali.

Dopo che tra l’adescatore e la vittima è nato un rapporto confidenziale, la conversazione si sposta su Skype (o su una qualsiasi altra applicazione di chat e messaggistica istantanea).

La donna si spoglia e chiede al suo interlocutore di fare lo stesso, ovviamente davanti alla webcam, con lo scopo di ottenere una nutrita collezione di foto e video osé.

A questo punto − raggiunto lo scopo − la scena cambia: la donna sparisce e al suo posto compare una richiesta di riscatto.

Sembra incredibile, ma molti ci cascano.

E la richiesta di riscatto (via money transfer e sempre più spesso anche in Bitcoin) viene resa più forte con la minaccia di pubblicare le immagini compromettenti sul social network. E si tratta di una minaccia reale, perché la vittima ha concesso l’amicizia all’adescatore, quindi questo ora conosce la lista di tutti i suoi contatti.

Le vittime vengono scelte in base alla loro situazione familiare e alla carica che ricoprono (per esempio un uomo sposato con figli o un professionista sono tra le vittime preferite). Questo persone offrono teoricamente ai criminal hacker una maggiore “garanzia” per il pagamento del riscatto senza denunciare l’accaduto per nascondere le foto e i video.

La sextortion è in Italia un reato in crescita esponenziale, le cui vittime sono prevalentemente persone di sesso maschile (nel 2017 gli uomini sono stati il 92%) di ogni età ed estrazione sociale.

Tired overworked young man feeling eye strain headache after long computer work in glasses, fatigued exhausted guy having asthenopia, bad vision problem rubbing dry irritable eyes relieving eyestrain

A partire dal 2013 si è registrata una media di circa tre casi al giorno, con un aumento delle denunce di oltre il 500% nei tre anni successivi. La Polizia Postale e delle Comunicazioni ha dedicato a questo fenomeno un pool investigativo ad hoc sin dal 2015.

Le denunce sono aumentate dalle 225 del 2013 a 1.190 nel 2014 e poi 1.288 del 2015, per arrivare a 1.324 del 2016.

La provincia di Bologna nel 2016 è stata quella nella quale è stato presentato il maggior numero di denunce (146); seguita da Milano (140) e Roma (136).

Nel 2017 si è registrata una prima flessione, con 1.041 casi.

Sono numeri preoccupanti, soprattutto se pensiamo che potrebbero essere moltiplicati di 10 volte se è vero, come ritiene la Polizia, che solo il 10% delle vittime presenta denuncia, per timore di uno scandalo o per vergogna.

Come evitare la truffa

Questi profili fasulli hanno alcune caratteristiche che dovrebbero destare subito qualche sospetto: in genere sono praticamente “vuoti”, scorrendoli non si trova una storia, né post precedenti. C’è la foto di una bella ragazza, che si presenta come “Single” e poco più.

Molto spesso sono profili gestiti non da persone, ma da “bot” (chatbot) in grado di intavolare una banale discussione in chat, ma che falliscono nel rispondere a domande complesse e in genere si esprimono per frasi fatte: “ok”, “mi chiamo Chantal”, “vivo a Nantes”, “faccio la fioraia”, “ho voglia di sesso” eccetera.

Il fatto che nel profilo sia indicata una laurea conseguita all’università di Bordeaux, per poi andare a fare la fioraia a Marsiglia potrebbe insospettire, ma quando addirittura dopo poche battute in chat ti chiedono di fare sesso virtuale, lo scopo dovrebbe diventare evidente a chiunque.

Ci sono poi altri elementari accorgimenti per non rimanere vittima della truffa del sextortion:

  • evitare di dare “amicizia” a persone che non si conoscono. Il fatto che qualche nostro contatto compaia nella lista delle “amicizie in comune” non significa nulla: potrebbe esserci cascato anche lui. E noi potremmo, accettando l’amicizia, indurre in errore qualche altro nostro amico;
  • verificare (attraverso Google, sezione Immagini) la foto (probabilmente rubata) dell’avvenente signorina che ci ha contattato: Google ci proporrà una serie di volti e di link associati alla sua foto, da cui probabilmente vedremo che quella foto appartiene a tutt’altra persona;
  • come ci ripetevano sempre le nostre mamme: “non accettare le caramelle dagli sconosciuti”. Nel caso della truffa del sextortion: diffidiamo sempre dai contatti sconosciuti.

Le truffe via email

molto più diffuso e aggressivo è apparso nel 2018 ed ancora oggi continua a manifestarsi ad ondate successive, in varianti diverse ma sostanzialmente simili.

La prima ondata si è registrata a luglio 2018 ed ha avuto tale diffusione da meritarsi un articolo (con lancio addirittura in prima pagina) sul Corriere della Sera del 25 luglio 2018.

Il porno ricatto veniva fatto con una e-mail che diceva sostanzialmente: “Ho violato il tuo computer, ti ho ripreso mentre andavi sui siti porno ed ora voglio soldi per non pubblicare il filmato”.

Quello che – in questa prima ondata – creava preoccupazione in chi la riceveva era soprattutto l’oggetto dell’e-mail, che era sempre del tipo: “username – password”. Dove sia lo username che la password erano autentici, cioè corrispondenti a quelli realmente utilizzati dal destinatario.

A questo punto si scarta l’idea di cancellare il messaggio e, con un po’ di ansia, si è indotti a leggerlo per capire meglio di cosa si tratta.

L’e-mail è indirizzata sempre ad una persona di sesso maschile, a cui viene comunicato di essere stato spiato mentre visitava un sito porno “xxx streaming (adult porn) web-site” (ma non si specifica quale sia il sito).

Chi ha scritto il testo dell’e-mail sostiene di aver inserito (nel sito porno) un software in grado di vedere quello che la vittima ha fatto (“you know what I mean”). Si aggiungono poi altre affermazioni, più o meno minacciose, per spiegare che tutto è stato tracciato e filmato.

Come ulteriore intimidazione, lo scrivente aggiunge che si è impossessato della lista dei contatti Messenger, Facebook ed e-mail.

A questo punto arriva perentoria la richiesta di denaro (che va da 1.000 fino a 7.000 dollari), da versare sul conto Bitcoin indicato. E si precisa che “l’offerta non è negoziabile”. La minaccia è chiara: se non sarà eseguito il pagamento, il video (?) sarà inviato a tutti i nostri contatti, inclusi amici, familiari e colleghi di lavoro. Viceversa, in caso di pagamento, il video sarà cancellato (bontà loro).

Non stupisce che di fronte ad una siffatta e-mail, la persona sia spaventata e dubbiosa sul da farsi, soprattutto per la dichiarata conoscenza della password da parte del malfattore.

Come difendersi

Ovviamente si tratta solo un tentativo di estorsione, anche abbastanza grossolano, per spillare soldi agli utenti sfruttando un possibile effetto “panico”.

Non hanno nessun vostro filmato, né hanno violato la vostra casella di posta.

Quindi cancellare l’e-mail ed ignorare qualsiasi altro messaggio del genere. Hanno solo provato a fregarci, come avranno provato, “a strascico”, con chissà quanti altri.

Evitare naturalmente di interagire, rispondendo al malandrino: servirebbe solo a confermare l’esistenza del nostro indirizzo e-mail.

Non dobbiamo quindi preoccuparci, ma a condizione di tener sempre alta l’attenzione ed essere consapevoli che questi attacchi cercano di fare leva sulle debolezze umane (il social engineering).