Doppia Penetrazione. 5 Consigli per viverla con gioia

Nelle fantasie maschili, quello della doppia penetrazione è di sicuro un desiderio piuttosto ricorrente, probabilmente frutto del godere nel vedere la propria lei dominata e schiava del fallace (nel senso di fallico) dominio maschile.

Però come al solito spesso si confonde la realtà con la finzione dei film porno, dove tutto riesce facile, bello ed entusiasmante.

Molly Boswell, una collaboratrice del sito thedebrief.co.uk, con notevole savoir-faire e competenza in materia ha spiegato per filo e per segno cinque segreti della double penetration, acronimo DP. Intanto un paio di consigli preliminari.

“È stato incredibile, sembrava davvero profonda, e l’orgasmo è stato a dir poco sconvolgente”. La doppia penetrazione non è per tutti, ma se trovi il modo giusto per farlo è una meraviglia. Lo confessa Molly Boswell, una collaboratrice del sito thedebrief.co.uk che con notevole savoir-faire e competenza in materia ha spiegato per filo e per segno cinque segreti della double penetration,acronimo DP. Intanto un paio di consigli preliminari. Il primo è che la doppia penetrazione non è necessariamente praticabile con due uomini e una donna, infatti la Boswell che segnala di essere molto fedele al proprio fidanzato, suggerisce di attrezzarsi con ottimi dildo; il secondo è che nelle immagini dei film porno sembra tutto molto semplice, mentre nella realtà così non è.

Più facile usare i sex toys che i ragazzi. Più che un consiglio pratico, una fede, un credo. Perché il dildo ha un solo scopo: “Essere stipato piacevolmente in uno dei vostri orifizi”, mentre un secondo partner ha un sacco di altri scopi durante l’amplesso, soprattutto quello di posizionare gomiti e ginocchia, o stringere le gambe contro le tue. Insomma, un inferno. Posizione talmente estremista, quella di Molly, tanto che invita addirittura alla DP con due sex toys: “pura gioia”.

Quello che vedono i vostri occhi è molto più grande di quello che può entrare nella vagina. Molly Boswell è un vero diavoletto. Sa che spesso quando si è davanti ad una tavola imbandita si vorrebbe riempire il piatto con tutto il cibo possibile. Invece, il rischio che cada qualcosa per terra, che la salsa coli dal piatto, è evidente. È la stessa dinamica che accade nel DP, spiega Molly: “ci si vorrebbe riempire fino all’orlo”. Per questo il consiglio numero due è quello di fare da sole. “Usare un paio di sex toys di dimensioni decenti, e quando dico ‘di dimensioni decenti’ non intendo ‘enormi’, ma parlo di quelli dalla giusta misura per voi. Cerchiamo di essere onesti, né la vostra vagina né il vostro sedere sono costruiti come un Tardis (la cabina del Doctor Who ndr), ed è probabile che vi troverete più a vostro agio usando giocattoli più sottili del solito”.

Attenzione all’inserimento. Una volta che hai acquistato i dildo esiste l’ordine migliore in cui inserirli? C’è una posizione consigliata? Spesso capita che inserito il primo, il secondo nell’entrare provochi la fuoriuscita del primo come una saponetta presa con le mani bagnate. Niente paura. Misurate bene il tipo e la forma di dildo che fa per voi. Quando avete trovato la combinazione perfetta, suggerisce Molly, “preparatevi un modello di carta in modo da poter misurare i peni dei partner di un possibile trio quando si farà sesso a tre in futuro”.

Il posizionamento è fondamentale. La posizione più classica è quella a panino. “Un ragazzo è sdraiato sulla schiena, tu ti siedi su di lui e ti pieghi in avanti, poi l’altro ragazzo si avvicina da dietro”. Si può fare anche sempre a panino ma con la donna che si gira a faccia in su (e il ragazzo sdraiato schiena a terra si ritrova improvvisamente nella penetrazione anale). Però c’è di meglio. E chi è giunto fino a qui in questa lettura sa già di che parliamo. Molly ama la DP con almeno un dildo. “Così si apre un nuovo mondo dei posizionamenti. Io adoro stare a pecorina con il ragazzo che mi penetra dietro e io con un sex toys mi autopenetro nella vagina. Anche se la mia posizione preferita è quando mi sdraio a faccia in giù e lui mentre fa sesso con me una mano la usa per bilanciarsi e con l’altra affonda nel mio sedere uno splendido butt-plug”.

Talvolta la biologia non è dalla tua parte. L’ultimo consiglio è davvero geniale e allo stesso tempo altamente istruttivo. Molly dice “se hai cercato online indicazioni su come fare doppia penetrazione è probabile che sei abbastanza appassionata. Altrimenti se ti ha mandato un partner più appassionato di te significa che forse il DP per te è qualcosa di doloroso, scomodo e per nulla da orgasmo”. La DP non è per tutti.

Random Posts