Come realizzare foto Boudoir perfette per i vostri social

Come realizzare foto Boudoir perfette per i vostri social

La parola Boudoir che in francese vuol dire salottino, si riferisce al camerino privato di una donna.

È un luogo intimo che ha tutto per sé che questa tipologia di arte fotografica cerca di trasmettere attraverso degli scatti che sanno di vera autenticità proprio perchè rivolto a persone che non si sono mai realmente prestate come soggetti in primo piano.

Molti fraintendono questo genere di fotografia con il glamour, dove viene messo in risalto soprattutto il lato erotico del soggetto ritratto, spesso completamente nudo ma in ogni caso che allude alla sfera sessuale.

  • Il boudoir non è un genere di fotografia per fotografi maniaci
  • Il boudoir non sono foto feticiste di scarpe e piedi
  • Il boudior non sono foto volgari ed esplicite

L’abbigliamento preferito per questo genere di scatti è la lingerie, ma le donne scelgono di indossare quello con cui si sentono più a loro agio, che sia una veste, un completo intimo, una camicia o reggicalze e guêpière.

Le fotografie di boudoir mirano ad apparire candide e non esposte. Lo stile è giocoso e provocatorio. Permette alle persone fotografate di emanare una forte presenza.

La nudità è implicita ma raramente mostrata.

Consigli

  • Prova diverse angolazioni: Diverse prospettive possono cambiare significativamente le immagini finali in un servizio fotografico di boudoir. Un ottimo punto di vista per i servizi fotografici di boudoir è dall’alto verso il basso perché si può mostrare l’intero corpo disteso su un letto o un divano.
  • Usare un’illuminazione drammatica: L’illuminazione drammatica è un setup molto contrastante comunemente usato nella fotografia di ritratto. Come fotografo di boudoir, puoi usare questa tecnica per nascondere parti del corpo e lasciare che lo spettatore voglia di più. È anche utile per coprire parti con cui il tuo cliente potrebbe non sentirsi a suo agio.
  • Il colore crea un’atmosfera: Potete cambiare l’atmosfera regolando il tono generale dell’immagine. Puoi farlo con la scelta della luce o con il color grading in post-produzione.
  • Prova con dei vestiti bagnati: Spesso i clienti chiedono al loro fotografo di boudoir cosa dovrebbero indossare per la sessione. Mentre l’abbigliamento intimo è una buona scelta, è anche possibile far sembrare sexy i vestiti normali. Se il tuo cliente è a suo agio, un’idea da provare è quella di bagnare i loro vestiti. A seconda del tipo di tessuto, l’acqua può renderlo più trasparente o semplicemente aggrapparsi al loro corpo, dandogli un aspetto molto attraente.
  • Le vasche da bagno sono perfette in un servizio di boudoir: Una sessione di boudoir spesso si svolge a casa del cliente in modo che possa rimanere nella sua zona di comfort. Assicuratevi di perlustrare il bagno e vedere se c’è una vasca da bagno perché offre molte possibilità creative. Se non ce n’è una a casa, chiedi al tuo cliente se sarebbe disposto ad andare in location in una stanza d’albergo o in una casa vacanze in affitto dove c’è una vasca.
  • Sperimenta con ritratti senza volto: Una foto sexy boudoir è un tipo di ritratto, ma non significa che devi mostrare il volto del cliente per tutto il tempo. Alcuni ritratti senza volto possono essere piuttosto intimi, misteriosi e sensuali – quindi assicurati di provarli.
  • Usa la teoria del colore per costruire il tuo set: Che si tratti dello styling di una location o della scelta dello sfondo per lavorare nel tuo studio – la teoria dei colori può aiutarti a scegliere lo sfondo e gli oggetti di scena. Definire una palette di colori può anche aiutare il tuo cliente a decidere il guardaroba.
  • 9. Prova la fotografia del bagno di latte: La fotografia del bagno di latte è esattamente quello che sembra – si immerge il cliente in una vasca da bagno piena di latte diluito in acqua. Puoi decorare la vasca con fiori o oggetti di scena colorati e persino aggiungere essenze per aiutare il tuo cliente a rilassarsi. L’opacità dell’acqua con il latte lo rende perfetto per i clienti timidi che non vogliono rivelare tutto il loro corpo. Aiuta anche a fare un po’ di nudità implicita.
  • Scegliere gli oggetti di scena giusti:  Gli oggetti di scena sono un modo divertente per aggiungere un pop di colore e aggiungere all’umore della foto. Per una foto romantica, puoi usare dei fiori – per una sessione lussuriosa, puoi usare cioccolato e frutta. Gli oggetti di scena sono sempre utili al soggetto quando si sente impacciato mentre posa, perché un oggetto di scena gli dà qualcosa da fare o da tenere.
  • L’high-key è perfetto per le immagini di boudoir: La fotografia high key ha toni scuri minimi, in quanto ha principalmente colori bianchi o chiari e luce brillante. È perfetta per un servizio fotografico di boudoir nello stile della fotografia glamour perché leviga naturalmente la pelle. Dà anche una sensazione molto romantica ed eterea alle foto finali.
  • Usa la nudità implicita – se il tuo cliente è a suo agio: Il boudoir non è la stessa cosa della fotografia di nudo. Un buon modo per giocare con questa linea sottile è quello di scattare foto dove c’è una nudità implicita. Questo significa che o il tuo cliente è nudo, ma non mostri le parti più intime, oppure non è nudo, ma lo fai sembrare tale giocando con l’angolo dello scatto e l’illuminazione.
  • Scatta attraverso il vetro: Un’altra idea divertente per fare foto sexy è quella di scattare attraverso il vetro. Forse usate la porta della doccia con delle gocce d’acqua dentro, o scattate attraverso la finestra mostrando la cornice per dare uno stile voyeur alla foto.
  • Prova diversi setup di illuminazione: Usare diversi setup di illuminazione durante la sessione di boudoir darà al vostro cliente varie scelte. Altrimenti, l’album finale potrebbe sembrare ripetitivo e potrebbe diventare noioso.
  • Provate impostazioni insolite: Mentre un servizio di boudoir di solito si svolge nella camera da letto principale, nel soggiorno e nel bagno – non c’è una regola che vi impedisce di provare qualcosa di diverso. A seconda della location e dello stile delle foto, potete provare la cucina, il giardino e persino il garage – lasciate libera la vostra creatività.
  • Modifica le tue immagini : Editare le foto finali di un servizio boudoir è difficile perché si passa dallo stile all’etica, e bisogna trovare il giusto equilibrio. Cerca di capire come ti piace lavorare e parlane apertamente con il tuo cliente. Per esempio, ad alcuni fotografi piace fare ritocchi da rivista per una pelle impeccabile e la manipolazione del corpo – ad alcuni clienti potrebbe non piacere. Molte persone usano l’esperienza del boudoir per rafforzare se stesse e acquisire fiducia nel loro corpo così com’è. Potrebbe essere il contrario. Potresti voler fare un editing leggero mentre il tuo cliente si aspetta di apparire come la top model di una rivista nelle foto. Quindi, discutete di ciò che si aspettano da voi fin dall’inizio e decidete se siete a vostro agio a lavorare in quel modo.
  • Usa la macchina fotografica in modalità manuale: Imparare a usare la macchina fotografica è importante per avere il controllo completo sull’immagine finale. Con l’apertura, puoi cambiare quanto è a fuoco – usare la messa a fuoco selettiva può aiutarti a evidenziare il tuo soggetto o una parte della foto. Con la velocità dell’otturatore, puoi sfocare o fissare il movimento. Infine, è possibile controllare quanto sia fluido o granuloso il risultato finale con l’ISO.
  • Il guardaroba va oltre la lingerie:  La maggior parte dei clienti diventano nervosi per il servizio fotografico, e non riescono nemmeno a decidere cosa indossare. Come fotografo professionista, dovresti essere in grado di offrire alcune idee di guardaroba per il grande giorno. Lingerie e biancheria intima vanno bene, ma puoi anche suggerire un abbigliamento elegante o anche un paio di jeans con una maglietta semitrasparente per lei e un topless per lui. Tutto dipende dall’umore che si vuole ottenere.
  • Usa gli specchi per aggiungere profondità:  Quando cercate oggetti di scena, tenete a mente che gli specchi sono una grande risorsa. Questo perché si inseriscono naturalmente in una scena di boudoir. Inoltre, ti aiutano ad aggiungere profondità allo spazio – e possono aiutare il tuo soggetto a vedere la posa e correggerla se necessario.
  • Fai dei primi piani:  Non è sempre necessario mostrare l’intero corpo. Alcuni primi piani possono essere piuttosto potenti e dare alle immagini finali o all’album una varietà visiva. È importante che tu capisca dove ritagliare, però. Tieni a mente che non dovresti mai tagliare su un’articolazione. Quindi, mai tagliare le gambe sulla caviglia o sul ginocchio, mai tagliare il braccio sul polso o sul gomito, e così via.
  • La posa è la chiave: I fotografi boudoir (foto sexy) di successo sanno come mettere in posa le loro modelle secondo il loro tipo di corpo, l’umore del servizio fotografico, ecc. Non dimenticare che la maggior parte dei clienti non ha mai fatto una sessione fotografica professionale – quindi è compito del fotografo farli sentire sicuri di sé, rilassarsi e indirizzarli a creare delle foto incredibili.
    È sempre una buona idea avere alcune pose di base già in mente prima del servizio fotografico. Puoi avere un set di carte o una compilation di foto sul tuo telefono per mostrare il tuo soggetto – a volte, una visuale è più facile che cercare di spiegare. Inoltre, non abbiate paura di fare voi stessi la posa per mostrare loro cosa intendete.
  • Cerca l’ispirazione: Un altro passo importante prima dello shooting è quello di fare dei mood board. Da parte tua, usa tutta l’ispirazione disponibile online, nei libri di fotografia e d’arte, nelle mostre dei musei, ecc. per formare il tuo stile e ottenere idee. Questo può essere un lavoro collaborativo tra te e il tuo cliente. Chiedi loro di raccogliere e inviarti immagini che gli piacciono per mostrarti che tipo di lavoro stanno cercando.
  • Capelli e trucco: Una sessione di boudoir non riguarda solo le immagini – è un’intera esperienza. Avere un parrucchiere e truccatore professionista aggiunge alle coccole che i vostri clienti stanno cercando con i vostri servizi. Inoltre, assumere un artista dei capelli e del trucco darà alle tue immagini un aspetto più professionale. Puoi offrire questo servizio come parte del pacchetto o incoraggiare i tuoi clienti a portare il loro estetista di fiducia.

Se cercate un luogo dove pubblicare le vostre foto, gratuito, e realizzato appositamente per chi ama la fotografia erotica in ogni forma, vi consigliamo Pensiero Erotico il cui link lo trovate QUI!

Esibizionismo e nudismo: esplorando l’espressione del corpo e la libertà individuale

Esibizionismo e nudismo: esplorando l’espressione del corpo e la libertà individuale

L’esibizionismo e il nudismo sono due fenomeni che riguardano l’espressione del corpo e la libertà individuale.

Mentre l’esibizionismo si concentra sull’eccitazione sessuale derivante dall’esporre il proprio corpo in modo intenzionale, il nudismo rappresenta uno stile di vita in cui le persone scelgono di vivere senza vestiti per celebrare la naturalezza e la libertà del corpo umano.

Questo è un aspetto complesso della sessualità umana che coinvolge l’atto di mostrarsi in pubblico, spesso per ottenere gratificazione sessuale o eccitazione.

Mentre alcune persone potrebbero associare l’esibizionismo a comportamenti negativi o illegali, come l’indecente esposizione in luoghi pubblici, è importante distinguere tra l’esibizionismo consensuale praticato in spazi sicuri e situazioni consensuali e l’esibizionismo non consensuale, quando ad esempio vengono rubate le foto a persone non consapevoli (come ad esempio fotografare una bella ragazza che passa o spingersi anche oltre. Ps: Ricordiamo che è un reato e non va fatto)

Esibizionismo consensuale

L’esibizionismo consensuale è praticato da persone che scelgono di esporre il proprio corpo in un contesto controllato e sicuro, solitamente in presenza di partner sessuali consenzienti o in comunità specifiche che condividono questa inclinazione.

Molte persone che praticano l’esibizionismo consensuale descrivono una sensazione di eccitazione e di liberazione dallo stigma sociale associato alla sessualità e all’espressione del corpo.

Nudismo

A differenza dell’esibizionismo, si concentra sulla nudità come una forma di libertà, benessere e celebrazione del corpo naturale. Le persone che scelgono lo stile di vita nudista riconoscono la bellezza e la normalità del corpo umano senza vestiti e cercano ambienti sociali in cui possono vivere senza preoccuparsi della moda o dei giudizi esterni.

Spesso, il nudismo si pratica in luoghi specifici come spiagge dedicate o resort nudisti, dove la nudità è accettata e rispettata.

Benefici del nudismo

Il nudismo può offrire diversi benefici per coloro che lo abbracciano. Molte persone riportano una maggiore accettazione del proprio corpo, un senso di benessere mentale ed emotivo e una connessione più profonda con la natura. Il nudismo può anche promuovere l’uguaglianza sociale, poiché tutte le persone sono esposte in modo uguale, senza distinzioni di status sociale o di abbigliamento.

Etica e consapevolezza

Le comunità che praticano l’esibizionismo consensuale o il nudismo spesso stabiliscono regole e norme per garantire il rispetto reciproco e la privacy dei partecipanti.

La consapevolezza dell’ambiente circostante e il rispetto delle leggi locali sono altrettanto importanti per evitare situazioni inappropriate o illegali.

Sfide e pregiudizi

Tanto l’esibizionismo consensuale quanto il nudismo possono incontrare pregiudizi e stigmatizzazione da parte della società. Molti vedono queste pratiche come devianti o volgari, ignorando il contesto consensuale e i benefici che possono offrire.

È importante educare e informare sulla differenza tra pratiche consensuali e comportamenti non consensuali per combattere gli stereotipi negativi associati a queste espressioni del corpo.

Per Concludere

L’esibizionismo e il nudismo rappresentano due forme di espressione del corpo umano che coinvolgono la volontaria esposizione in contesti consensuali. Mentre l’esibizionismo consensuale si concentra sull’eccitazione sessuale,

il nudismo abbraccia la nudità come uno stile di vita basato sulla libertà e sull’accettazione del corpo naturale. Entrambe le pratiche richiedono una comunicazione aperta, il consenso dei partecipanti e il rispetto reciproco.

Educare la società e promuovere una comprensione più ampia di queste espressioni può contribuire a ridurre il pregiudizio e ad accettare la diversità delle scelte individuali riguardo alla sessualità e all’espressione del corpo.

Boudoir. L’arte di essere se stesse, sexy, ma con stile.

Boudoir. L’arte di essere se stesse, sexy, ma con stile.

Storicamente, il boudoir formava parte di una suite privata di una signora, insieme con una sala da bagno e uno spogliatoio, ed era adiacente alla camera da letto. Successivamente divenne l’equivalente del gabinetto, nel senso di studio, per l’uomo.

In un periodo successivo venne usato come un salotto privato e per altre attività come il ricamo, il disegno, lo studio della musica o per divertenti incontri intimi.

Il boudoir fotograficamente parlando è uno stile che ritrae principalmente donne in pose romantiche, intime e sexy. Lo scopo autentico del boudoir è quello di riprendere immagini che simolino desiderio e che non rivelino nulla esplicitamente, che lascino spazio all’immaginazione.

Al contrario delle foto di nudo dove invece sono più esplicite e possono sconfinare nell’erotico, nella fotografia boudoir, più si è delicati, meglio è ed è rivolta anche a chi non è modella di professione.

Attraverso le pose giuste, si possono ottenere scatti che possono suscitare grandi emozioni negli osservatori.

Partiamo col definire cosa NON è Boudoir

Molti fraintendono questo genere di fotografia con il glamour, dove viene messo in risalto soprattutto il lato erotico del soggetto ritratto, spesso completamente nudo ma in ogni caso che allude alla sfera sessuale.

Attenzione anche a non confonderlo con quelle foto sexy che si vedono spesso sui social network, quando qualche povera sventurata ha deciso di fare il grande passo e concedere la fiducia (purtroppo) a qualche fotografo sprovveduto che senza arte ne parte conduce la poveretta in mezzo al famoso campo di grano e la fa posare in minigonna e pose succinte.

Questo genere di foto sono la rovina di quest’arte, perché spesso si conosce solo quello che viene condiviso o che genera polemiche di ogni sorta.

  • Il boudoir non è un genere di fotografia per fotografi maniaci (tant’è che io sono donna!)
  • Il boudoir non sono foto feticiste di scarpe e piedi
  • Il boudior non sono foto volgari ed esplicite

Cosa è veramente il Boudoir

La parola boudoir in francese sta per camera privata o da letto. Ci troviamo come nel genere glamour in un contesto sexy, dove però viene esaltato più il lato sensuale rispetto a quello erotico.

Come suggerisce la parola, i servizi boudoir vengono realizzati in camere da letto, si possono scattare a casa tua, in studio o prenotando delle camere di lusso presso gli hotel.

In ogni caso l’obbiettivo saranno foto raffinate e intime, servirà quindi un ambiente confortevole al soggetto, dove l’atmosfera suggerisce intimità e sensualità.

L’abbigliamento preferito per questo genere di scatti è la lingerie, ma le donne scelgono di indossare quello con cui si sentono più a loro agio, che sia una veste, un completo intimo, una camicia o reggicalze e guêpière.

Non devi per forza essere nuda per sentirti sexy. Essere nude/in lingerie non è per tutti ma ognuna ha il suo outfit preferito che la fa sentire sexy e ammiccante, che sia il vestito preferito dal proprio partner, o un top seducente, a volte anche una semplice canotta.

Decidi con cosa sei più a tuo agio. Il boudoir dovrebbe rappresentare te e la tua personalità.

La storia di ILO (Il Lato Oscuro del Sesso) dal 2012 a oggi

La storia di ILO (Il Lato Oscuro del Sesso) dal 2012 a oggi

Molti utenti che ci hanno scoperto, spesso hanno posto domande quali chi fossimo, ma è vero che siamo su internet dal 2012, come gestite il sito e come funziona? Abbiamo pensato, proprio per questo motivo, di scrivere un pò la storia di ILO, la nostra, ma in particolare la vostra che avete partecipato per tanti anni, spiegandovi anche perchè noi, a differenza di tutti gli altri siti, siamo qualcosa di totalmente diverso rispetto al panorama nazionale e, forse, internazionale.

Intanto se non siete ancora iscritti fate un giretto per il sito e se vi piace registratevi QUI (LINK)

(2012) Come è nato ILO ?

In questo periodo storico (più di 10 anni fa) non è che non esistessero siti per incontri, ma erano uno più o meno lo specchio degli altri. Profili poco dettagliati, poca socializzazione, servizi aggiuntivi (messaggi privati e chat) a pagamento.

Fu allora che una coppia, di cui non posso permettermi di fare il nome (aspetto la loro autorizzazione), decise di aprirne uno amatorialmente senza troppe pretese, cercando di incentrare il fulcro del gioco sulla ricercatezza, sugli articoli del blog, e sul cercare di affermare le ragioni per cui una coppia liberamente decide di vivere il Lifestyle.

La pagina di login di ILO nel 2012

Fu creato un blog con la marginale possibilità di interagire con gli altri utenti, perchè per quello in fondo c’erano già tanti altri siti pronti a farlo.

Il successo fu incredibile? No, come voluto dai loro amministratori, il sito era di nicchia, volutamente di nicchia, con utenti selezionatissimi, zero pubblicità e solo tanto tanto passaparola.

Nel 2014 il sito raggiunge quasi 5.000 utenti di cui 3.000 attivi al mese, fino a quando nel 2015….

La vecchia tableboard dove si vedevano le ultime novità sul siito. (2013)

(2015) L’attacco Hacker

Una mattina come tutte le precedenti, gli amministratori aprirono il sito per vedere come andassero le cose e ricevettero una pagina di errore. Il sito era giù e non c’era modo di farlo ripartire.

Durante la notte qualche simpaticone aveva sfruttato la poca esperienza tecnica degli amministratori e aveva cancellato completamente il sito. Utenti, articoli, post, database. Dopo un mese di fermo si riuscì solo a recuperare gli articoli del blog (in buona parte) e poco altro.

Decisero allora di rifarlo di nuovo, ma oramai c’era stata una forte disaffezione degli utenti che non raggiungevano più dei 200 collegati al giorno.

(2016) La nuova gestione di ILO

I vecchi gestori e ideatori del sito non avevano più il tempo da dedicarci e, piuttosto che chiuderlo (e qui inizia la storia recente), convinsero un’altra coppia a prenderlo in gestione. Probabilmente conoscerete Coppia Romana (ancora sul sito) la cui lei di CP è Barbara Parisi (Link profilo), autrice anche di un bellissimo libro che dovreste sentirvi obbligati di leggere se amate il mondo dello scambismo (link al libro qui).

La homepage di ILO 2.0 del 2016

Insomma Claudio e Barbara presero in mano il sito, cambiarono completamente il motore e l’infrastruttura e partirono nuovamente da zero, modificandone anche la filosofia.

L’idea di Barbara, coppia che giocava già da anni tra Milano e Roma, era quella di creare un Club riservato, dove potevano accedervi solo chi già frequentasse dei Club Privè, creando così un filtro che permettesse di avere solo persone selezionate.

La pagina del blog di iLO (2018)

Il tocco di Barbara si notò in particolare con i suoi fantasmagorici articoli che spiegavano, con la sua ironia, tutti gli argomenti più scottanti che ruotano intorno al sesso e allo scambismo, portando il sito ad essere decisamente un punto di riferimento per gli “intellettuali dei genitali” (citazione sua).

In poche parole ILO diventò un club privato tra coppie che già si conoscevano, i gestori stessi dei locali, e qualche piccola eccezione di persone che comunque il gioco già lo conoscevano.

Un successo? per certi versi si. Non è mai stato per noi importante il numero degli utenti, ma la qualità. Ed ILO navigò in totale segretezza, senza troppo clamore fino a….

(2019) ILO nella forma finale

Per certi versi mi sento di definire ILO come una fenice. Spesso si è dato per morto, ma è sempre risorto più forte e innovativo di prima.

Barbara per motivi personali non aveva assolutamente più tempo di gestire il sito web che aveva comunque bisogno di manutenzione, pulizia di utenti inattivi, scrittura di nuovi articoli e, cosa non da poco, una bella rimodernata grafica perchè era poco adatto all’uso sui dispositivi mobili.

Barbara la conosciamo anche noi da quasi un decennio e sappiamo che quando vuole essere convincente, nessuna come lei sa importi il suo punto di vista.

Decidemmo di prenderlo in gestione noi (Si, siamo una coppia un pò attempata…ma manteniamo la riservatezza su chi siamo realmente), ma a due condizioni.

Rifarlo di nuovo, completamente da zero (Sono un ingeniere informatico… se le basi non sono buone, il sito non si può sviluppare), si modifica la filosofia (più aperta senza però dimenticare cosa sia ILO e perchè sia nato) e abbiamo obbligato Barbara a rimanere simbolicamente tra gli admin, anche se si guarda bene dal toccare qualsiasi cosa 🙂

Quesa volta è stata lei a non aver avuto scelta (lo sappiamo che non avevi alternative!!) ed ecco il nuovo ILO che oramai tutti voi già conoscete.

Se non avete compreso ancora la cosa più importante di ILO ve la ribadiamo noi. Non è un sito a scopo di lucro. Non registriamo o prendiamo alcun vostro dato personale (non ci facciamo niente), tutti i vostri profili sono crittografati, le foto protette da click-copy e adesso siamo aperti a tutti coloro che vogliono partecipare e condividere le proprie esperienze grazie ad una struttura simil social alla facebook (si ok, ci siamo ispirati alla loro timeline, perchè nasconderlo?), un forum, un blog e mappe dei locali e dei luoghi dove praticare car-sex.

Rimaniamo un sito amatoriale, per coppie, gestito da coppie, e ci sobbarchiamo personalmente tutte le spese di gestione (che non sono proprio irrilevanti) solo per la passione che abbiamo e mettiamo in tutto quello che facciamo.

Lo trovate complesso?

Lo sappiamo e voglio personalmente rispondere anche a questa affermazione che spesso ci viene fatta.

Si lo so e l’ho quasi fatto apposta 🙂 No non è una risposta piccata, ma una scelta.

Ci sono guide e manuali (link qui), è molto simile a FB come struttura social, c’è scritto dovunque come fare le cose.

Se un utente, che sia coppia o singolo, è abituato ai vecchi e soliti siti di incontri, non ama leggere, pensare, imparare cose nuove e documentarsi (ripeto ci sono le guide per qualsiasi cosa sul sito), mi dispiace ma questo sito non è per voi e probabilmente, scusate se mi permetto di dirlo, nemmeno questo gioco è adatto a chi non ha la capacità di sperimentare e imparare.

Non si può pretendere di avere l’ultimo ritrovato della tecnologia e poi lamentarsi che ci sono troppi pulsanti 🙂

Magari tra qualche anno una nuova coppia ci soppianterà e deciderà di farlo semplice e stupido come Tinder… Per ora noi preferiamo un sito che possa offrire tutto, praticamente tutto a tutti e in forma totalmente gratuita.

Speriamo che apprezziate il lavoro che abbiamo svolto e che ci darete una mano a farci conoscere sempre di più, perchè non avendo scopo di lucro, spendere decine di migliaia di euro di pubblicità proprio non ci pensiamo 😉

Il piacere di spogliarsi per le Over 50

Il piacere di spogliarsi per le Over 50

L’esibizionismo è un gioco passionale, divertentissimo, senza nessun rischio di privacy (se si sta attenti e si coprono bene visi e tatuaggi in vista) che è sempre più praticato nel mondo social sia da donne rimaste o tornate single che, in forte prevalenza, dalle Lei di coppia che amano giocare con la propria femminilità offrendola in visione a un ampio pubblico di apprezzanti maschietti.

L’esibizionismo “Social” non necessariamente è finalizzato a pubblicizzare la propria volontà di fare incontri con altre coppie o singoli e non è assolutamente riservato a 25 enni palestrate, toniche, senza un filo di cellulite o apparente imperfezione…

…ANZI…

Sono proprio le over 50 ad averla da padrona in questo campo, portando con loro una sensualità e fascino unico che non ha eguali e che, ci dispiace dirlo, puoi essere figa e giovane quanto vuoi, ma se non conosci l’importanza di un quasi invisibile ammiccamento di un dettaglio, non potranno mai competere.

Inoltre la platea degli apprezzatori sui social ha tutta un’età superiore ai 40 anni che, per ovvie ragioni, sanno apprezzare la categoria delle ragazzotte mature che si esibiscono nelle loro fotografie.

Perchè è bello mostrarsi nude o in pose provocanti sui Social?

Per le singole è un modo per affermare e ri-affermare la propria carica erotica e sensuale. E’ vero che non serve spogliarsi o mettersi in lingerie per apparire sexy, ma è anche vero che avere il coraggio di farlo dimostra di non essere delle gatte morte.

Per le Lei di coppia invece è un gioco passionale che da sempre offre nuovi spunti per tenere viva ed eroticamente carica la coppia. Una donna che sa di essere desiderata sessualmente è una bomba. Una donna insicura si spegne.

Vi aspettiamo su ILO 😉 Iscrivetevi qui : LINK