La prima volta in un Club Privè. Quello che dovete assolutamente sapere.

La prima volta in un Club Privè. Quello che dovete assolutamente sapere.

Quante volte vi sarà venuta l’idea di provare un salto in un club di scambisti e poi non ci siete andati perchè qualcosa vi metteva paura o non vi convinceva?

Con l’articolo di oggi cercheremo di darvi tutte le informazioni, anche in base al vostro status (Coppia, Singola o Singolo) su quello che realmente succede nei club e cosa potete aspettarvi di trovare.

Un luogo di perdizione (Pericoloso?)

Iniziamo a definire cosa sia un Club Privè dicendo che no, non è una casa di appuntamenti e… NO… non è che chi entra deve immediatamente lanciare i propri genitali in mezzo alla folla e lanciarsi in orge sfrenate senza aver nemmeno avuto il tempo di ambientarsi.

Un Club (si parla genericamente) è un luogo che viene messo a disposizione dei Soci per poter avere un luogo riservato, lontanissimo da occhi indiscreti e senza rischi, per poter giocare a trasgredire.

Trasgredire non vuol dire forzatamente fare sesso di gruppo e subito. Trasgredire è anche semplicemente flitare, provocarsi con un’altra coppia e se scatta la scintilla si può decidere di approfondire, da soli o insieme ad altri, ma è anche vero che spesso una coppia va li, sta in disparte, bevicchia guarda e poi va via senza che succeda nulla.

Questo perchè quell’aurea peccaminosa che si vive in questo ambiente, aiuta le fantasie e la sessualità della coppia a prescindere che si sia consumato o meno.

Un ambiente intimo e trasgressivo

Non tutti i Club sono uguali.

Questa sezione avremmo dovuta metterla alla fine, ma abbiamo deciso di farvela leggere subito perchè nelle vostre scelte deve essere un elemento importante da tenere in considerazione.

Ci sono Club che non fanno tanta selezione all’ingresso (tanti.. molti dicono di farla ma poi se c’è da incassare fanno entrare chiunque), altri che invece cercano di equilibrare il rapporto coppie/singoli (puo’ variare da 1:1 a 3:1) e anche club che hanno serate libere per tutti e serate specificatamente riservate solo a coppie e singole (no singoli insomma).

Quando e se, leggendo il resto dell’articolo, valuterete la possibilità di andarci, evitate quella tipologia di club che non rientra nei vostri interessi. Se siete timidi e alle prime armi vi consigliamo un locale mediamente piccolo. Se invece siete già decisi a fare fuoco e fiamme ritenetevi piu’ liberi nelle scelte.

Cosa succede entrando in un Club la prima volta.

I club sono associazioni cultirali e quindi per accedere dovrete essere registrati come soci del club. Se è la prima volta che andate in quel posto, vi conviene dirglielo, solitamente (dipende dalla cortesia dei gestori) vi viene spiegato l’ambiente, i servizi offerti. Si entra (spesso con ovvio ed evidente imbarazzo se è la prima volta) e ci si sentirà addosso parecchi oggi.

Questa cosa è normale perchè è un luogo dove, giocando ovviamente, si è tutti prede e predatori. E’ normale studiarsi e osservarsi.

La coppia (o singola) in un club privè

Parlando sempre di voi, che siete una coppia alle prime armi, la paura più grande è quella di entrare ed essere assaltati da singoli, coppie che vi si siedono di fianco e rompono le scatole. Questo è assolutamente falso (nei locali ben gestiti.. sia chiaro).

In tutti i club se una coppia sta per i fatti suoi niente e nessuno, senza il loro permesso, può entrare in quella che si chiama “private zone” e cioè l’area della coppia (leggete il paragrafo successivo su come si comportano i singoli in un Club).

E’ probabile che riceverete un cenno di saluto, magari vi si offrirà cortesemente da bere. In questi ambienti un No Grazie non è mai un’offesa. E’ la cosa che solitamente più difficile da imparare.

Nel mondo dei Club chi si offende per un No Grazie non è adatto a quei posti. Quindi non vi sentite mai di offendere nessuno con un rifiuto.

Ogni coppia, ogni persona che entra in un club ha voglia di giocare in un modo personale. Tutti i presenti lo sanno quindi un No non vuol dire “mi fate schifo”, ma semplicemente un “per quello che abbiamo voglia di realizzare stasera (che può essere anche nulla) non ci rientrate”.

Se vi sentite a disagio o isolati la soluzione migliore è stazionare in zona bar o scambiare due chiacchiere con i gestori del locale. Magari vi da una mano a rompere il ghiaccio con altre persone se vi va di farlo.

I singoli in un club privè

Il maschio per una coppia o una singola è un oggetto che, a secondo di una loro scelta, può essere usato a piacimento. il “coglione” (usiamo il termine appropriato) che pensa che vada in un locale, scelga chi scoparsi e decida di farlo come lui creda, è semplicemente un povero idiota che di questo mondo non ne sa nulla.

Il singolo che entra in un club deve sapersi far notare, proporsi e accettare di indietreggiare, senza mai insistere, qualora la coppia o la singola con cui ha interagito non gradisca. Un no è un no. Non è che chiedendo la seconda volta la situazione possa cambiare come se l’avessi incontrata in un centro commerciale. Qui la timidezza non esiste.

Qualora si venga invitati ad avvicinarsi a una coppia ricordatevi che, per quanto vi interessi la lei, è appunto una coppia. Quando vi rivolgete a loro si parla al plurale, in particolare all’inizio si consiglia di interagire principalmente con il lui che, in quanto marito, spesso ha il ruolo anche di filtrare eventuale persone che risulterebbero sgradevoli prima ancora che lei decida che le possa andare bene.

Le mani addosso bisogna saperle mettere e capire quando sia il momento. Ci sono segnali che vi inviteranno a farlo. Troppo presto e vi siete giocati le possibilità di proseguire. Sappiate essere attenti a cio che vi si dice senza usare le parole.

Un singolo che si approccia direttamente, senza che abbia ottenuto il permesso da una coppia, se gli va bene viene invitato a uscire dal locale. Se gli va male (cosa che spesso mi auguro) dal locale ci esce comunque ma toccando terra una decina di metri più in là 😉

I nostri consigli

La prima cosa da dire, che può sembrare ovvia ma spesso non lo è, sta nello stabilire all’interno della coppia il giusto equilibrio decisionale. Se uno dei due non è convinto e non va di andarci, non ci andate.

E’ come portare vostro figlio in un posto dove non vuole assolutamente andarci. Potete insistere quanto volete sul fatto che poi si diverta, mentre invece, per partito preso, lo vedrete col muso tutto il tempo a guardarvi con occhi di odio e sofferenza. Evitate

L’unica cosa che è normale che voi abbiate è la paura dell’imbarazzo, motivo per cui pianificatevi sempre almeno un paio di tentativi prima di decidere se sia una cosa per voi o no.

Questo perchè se la tensione prende il sopravvento non riuscirete ad entrare in sintonia con l’ambiente. Con una seconda volta sarete sicuramente più a vostro agio.

Cercate di socializzare e scambiare due parole. Sappiate che l’altra coppia con cui parlerete ha avuto anch’essa la sua prima volta in un club. Chi meglio di loro possono capire il vostro stato mentale ed imbarazzo ed aiutarvi a comprendere meglio come non bisogna temere nulla?

Il Lato Oscuro del Sesso & Bad Romance Swingers Club di Roma

Per chi ancora non lo sapesse abbiamo creato una collaborazione strettissima (una vera e autentica amicizia con i gestori) con il Bad Romance Swingers Club di Roma e, tra le tante cose che abbiamo organizzato, ci siamo strutturati anche per accogliere “la vostra prima volta” e darvi un giusto occhio di riguardo e maggiore attenzione per aiutarvi ad ambientarvi (Leggi qui dal sito Bad Romance).

Il locale è ciò che sia di più perfetto per chi cerca un luogo non dispersivo, intimo e non volgare, in cui cercare di capire se questo mondo faccia per voi, senza nessuna pressione.

Vi ricordiamo inoltre che gli iscritti certificati di I.L.O. (qui la procedura) possono accedere gratuitamente al locale e usufruire di tutti i servizi, tra cui un Open Bar che aiuta tantissimo a rompere il ghiaccio. Per ottenere l’ingresso gratuito contattateci che vi invieremo il buono.

Potete trovare tutte le info sul Club ai seguenti link:

Sito web: www.BadRomanceClub.com

Telegram Channel: t.me/badromancerome

Twitter(X.com): x.com/SwingersBad

Buon Natale e Buone Feste Da ILO (2023)

Buon Natale e Buone Feste Da ILO (2023)

Da parte di tutto lo staff, ai membri del sito e chiunque abbia partecipato a rendere bello questo sito (voi in particolare) ci teniamo a darvi i migliori…

AUGURI DI BUON NATALE e BUONE FESTE

In particolare, come vedrete dal video qui sotto, 6 bellissime ragazze della nostra community hanno voluto farvi gli auguri nel modo più bello e sensuale che ci si potesse aspettare.

Mi raccomando, complimentatevi con loro e fatele sentire quanto abbiate apprezzato.

IL VIDEO DI NATALE DI I.L.O. 2023

Angel Dream 84 (VI)

Stella Cast su ILO

Milf Little Devil

LittleDevil88 (VR) su ILO

NicolaLaura3 (PD)

NIky La Monella (CZ)

Coppia kAlipso (FI)

Lo scambio di coppie in Italia: esplorando la libertà sessuale e le relazioni non convenzionali

Lo scambio di coppie in Italia: esplorando la libertà sessuale e le relazioni non convenzionali

Introduzione Lo scambio di coppie, un fenomeno che coinvolge la condivisione di partner sessuali consensuali tra coppie, sta diventando sempre più presente in Italia. In un’epoca in cui la sessualità e le relazioni non convenzionali stanno guadagnando maggiore accettazione e apertura mentale, molte coppie italiane stanno esplorando questa pratica come modo per spezzare la routine e sperimentare nuove emozioni.

Contesto culturale L’Italia, una nazione con una forte tradizione cattolica, sta vivendo un cambiamento culturale significativo riguardo alla sessualità e alle relazioni. L’influenza di movimenti come il poliamore e l’apertura mentale verso le varie forme di espressione sessuale stanno aprendo la strada a una maggiore comprensione e tolleranza dello scambio di coppie.

Motivazioni Le motivazioni che spingono le coppie italiane ad avvicinarsi allo scambio di partner sono varie. Alcuni cercano una maggiore intimità emotiva ed erotica, desiderando sperimentare nuove connessioni e rafforzare il legame con il proprio partner. Altri sono mossi dalla curiosità e dalla voglia di esplorare la propria sessualità in un ambiente sicuro e consensuale.

Comunità e club In Italia, esistono diverse comunità e club dedicati allo scambio di coppie. Questi luoghi offrono un ambiente discreto e riservato in cui le coppie possono incontrarsi, socializzare e intraprendere esperienze con altre coppie interessate. Alcuni club organizzano eventi e feste tematiche per facilitare gli incontri e creare un’atmosfera accogliente.

Norme e regole Lo scambio di coppie in Italia è regolato da norme e regole che sottolineano l’importanza del consenso e del rispetto reciproco. La comunicazione aperta e onesta tra i partner è fondamentale, insieme alla definizione chiara dei confini e dei desideri di ciascun individuo. Queste regole servono a garantire che l’esperienza sia piacevole e rispettosa per tutti i partecipanti.

Benefici e sfide Lo scambio di coppie può portare una serie di benefici, tra cui una maggiore fiducia e complicità tra i partner, la sperimentazione di fantasie e desideri nascosti, nonché l’arricchimento della vita sessuale. Tuttavia, ci sono anche sfide da affrontare, come la gestione delle emozioni, la negoziazione dei confini e la potenziale comparsa di gelosia.

È fondamentale affrontare queste sfide con maturità ed empatia, creando uno spazio in cui entrambi i partner si sentano ascoltati e rispettati. La comunicazione aperta e la trasparenza sono essenziali per mantenere la fiducia reciproca e preservare la relazione di coppia.

Etica e consigli Nel contesto dello scambio di coppie, l’etica svolge un ruolo cruciale. Rispettare il consenso di tutti i partecipanti è fondamentale. È importante anche prendere in considerazione i sentimenti e i bisogni di tutte le persone coinvolte. Una comunicazione aperta, sincera e rispettosa può aiutare a evitare incomprensioni e malintesi durante l’esperienza di scambio.

Conclusioni Lo scambio di coppie in Italia sta guadagnando gradualmente accettazione e popolarità come forma di esplorazione sessuale e di relazione non convenzionale. Mentre ogni coppia è libera di fare le proprie scelte, è fondamentale che lo scambio di partner avvenga in un contesto consensuale, rispettoso e basato su una comunicazione aperta. È importante comprendere che non è una pratica adatta a tutti, e ogni coppia deve valutare attentamente i propri desideri, bisogni e limiti prima di intraprenderla.

Vorrei essere scopata forte. Ma ho paura …

Vorrei essere scopata forte. Ma ho paura …

Nell’immaginario di molti uomini c’è la propria donna in mezzo a più uomini che la usano, ci fanno l’amore, la spingono oltre ogni limite e tu, uomo, godi nel vederla godere come una pazza.

Ma questo immaginario è presente anche nelle donne? Non volendo di far di tutta l’erba un fascio e che, per immensa fortuna, siamo tutti/e un pò diversi, SI !!! questa fantasia è presente in moltissime donne ma con dei forti “distinguo”.

“Eccovi la mia donna, Fatemela godere come una pazza. Ma è mia!! la mia donna!!”

Per molti uomini immaginare la propria donna posseduta da altri, mentre si è partecipanti o semplici spettatori, è una fantasia che possiamo dire costantemente presente o comunque in buona parte dell’universo maschile.

Molti nostri utenti ci hanno raccontato di situazioni (spesso anche realizzate) in cui la propria LEI venisse messa al centro dell’attenzione di due, tre bei ragazzi che hanno saputo dapprima metterla a proprio agio e alla fine farlo forte e senza sosta fino a sfinirla. Ciò che maggiormente li intriga, o solo al pensiero o perchè come detto lo hanno vissuto, è il vedere la propria partner perdere il controllo, diventare vogliosa e famelica. Un’essere insaziabilmente desideroso di sesso puro.

“Mi intriga l’idea, ma non esageriamo”

Molte donne hanno nelle loro fantasie l’idea di farlo con più di un uomo, ma solitamente il numero non supera mai il due o ancora più raramente non supera il tre.

La principale paura di una donna nel fare sesso con uno o più sconosciuti è l’innata paura di non sapere cosa possa accadere e che la cosa possa uscire fuori dai binari del consentito. Nella testa di un uomo c’è il sesso alle volte feroce, brutale, avido e famelico. Per una donna è diverso e la si deve portare a desiderarlo mentre la si sa leggere e capire nel mentre di un rapporto. Una donna ha bisogno di sentirsi comunque a proprio agio e che il suo no sia un no preso come ordine e non come consiglio.

Che il partner decida di partecipare o faccia solo da spettatore, il suo primo compito è quello di leggere cosa la propria donna stia provando e desiderando. Se una cosa non le è gradita o inizia a cambiare atteggiamento bisogna avere l’intelligenza di intervenire e interrompere, non forzare perchè forse poi le piace.

E’ una scelta che va accompagnata, non una decisione imposta.

Avere paura è importante ed è una sensazione che va sempre rispettata e mai minimizzata. Molti di quelli che avranno pensato “ma che vuoi che possa accadere? te la godi pure di che hai paura?” sono gli stessi che magari quando l’aereo decolla o atterra si stringono al sedile e si dicono “speriamo che questa volta vada bene”.

La paura è irrazioanale e mai bisogna imporre il proprio punto di vista. Se e quando lo si deciderà sarà fatto insieme e con tutti i vincoli che saranno considerati necessari perchè sia una cosa tranquilla, accettata e che funzioni.

Per fare un passo in più c’è sempre tempo. Un passo troppo lungo vi impedirà di continuare a realizzare i vostri desideri.

#MILF ! Da dove viene il termine e cosa vuol dire.

#MILF ! Da dove viene il termine e cosa vuol dire.

Il termine MILF è entrato a far parte del linguaggio comune dei ragazzi di oggi. Molti di voi avranno sentito dei giovani rivolgersi a una donna utilizzando questa espressione, ma probabilmente non tutti sanno davvero quale sia il significato di MILF.

Se avete, quasi certamente, visto “Il laureato” potete farvi già un’idea. Nel film la famosa Mrs. Robinson (Anne Bancroft) considerata la prima MILF della storia del cinema, intrattiene una relazione sessuale con un giovane Dustin Hoffman, che però alla fine si innamora della figlia di lei.

Milf: qual è il significato

Le persone hanno spesso bisogno di termini per categorizzare e distinguere le cose, come MILF, acronimo di “mother I’d like to fuck ovvero “mamma che mi farei”, definizione diventata nota grazie alla commedia adolescenziale American Pie del 1999.

Dopo la divulgazione di questa espressione cominciarono a emergere altre varianti, come DILF e FILF, riferiti a papà e padri; GILF ai nonni e SMILF per indicare le madri single. Se una madre è giovane, diciamo sui venti, non è una MILF, che richiede tempo come un buon vino d’annata, ma una “baby mother”. Ce n’è da imparare!

Cosa vuol dire essere una MILF

La parola, considerata da molte come un’offesa piuttosto pesante, da altre un complimento, si rivolge a donne mature molto belle che hanno avuto figli. Di solito, questo termine è usato da ragazzi quando si parla delle madri dei loro amici da cui sono attratti.

Ci sono dei requisiti specifici che fanno di una donna una MILF:

  • è più anziana di chi la definisce con questo termine. Diciamo che un ventenne può dirlo di una quarantenne; mentre se un uomo di quaranta lo dicesse di una coetanea invece di definirla attraente, sarebbe un po’ ridicolo in quanto anche lui un potenziale DILF;
  • molte possono essere madri, non tutte delle MILF, ovvero donne estremamente sexy che sono riuscite a mantenere un bel fisico nonostante il parto;
  • rispetto al ragazzo che la brama ha sicuramente più esperienza, va dritta al punto, non ama i giochetti né perdere tempo;
  • è sicura di sé stessa e del suo corpo.

Le donne, oggi, riescono a essere bellissime anche con l’avanzare degli anni. Se fino a poco tempo fa era l’uomo a diventare più affascinante con la maturità, oggi si può dire lo stesso della donna.

Differenza tra MILF e Cougar

Una MILF normalmente non ha interesse per i ragazzi che la chiamano in tal modo, sono per lo più ignare delle reazioni che suscitano. Quando si tratta di una cougar, le cose sono diverse. Amano e ricercano la compagnia di uomini più giovani, che vedono come prede; non desiderano storie serie o lunghe e la maggior parte di loro non vuole una famiglia. Preferiscono il gioco, il divertimento all’impegno.

I ragazzi sono molto attratti dalle cougar perché trovano la loro esperienza, libertà e sicurezza molto eccitante. Tutte e due sono belle, sicure di loro stesse, la differenza principale risiede nel fatto che le MILF non cercano l’attenzione, mentre le cougar non aspettano altro.

MILF e l’aspetto psicologico erotico

In un libro intitolato “A Billion Wicked Thoughts: What the Internet Tells Us About Sexual Relationships”(Un miliardo di pensieri malvagi: cosa ci dice Internet sulle relazioni sessuali), che scandalizzò molti, due neuroscienziati anticonformisti, Ogi Ogas e Sai Gaddam, nel 2012 ricerca ancora valida, analizzarono oltre un miliardo di fantasie erotiche, sia di maschi che di femmine, esaminando i termini di ricerca dei siti porno più popolari, scoprendo che il più popolare su Pornhub era “mamma”, MILF il terzo.

I risultati furono poi incrociati poi con le ultime scoperte di neuroscienze comportamentali, offrendo un quadro delle differenze tra come funziona e si esprime il desiderio sessuale maschile e quello femminile.

Gli uomini eterosessuali possono essere attratti dalle MILF per ragioni differenti, in molti fantasticano di essere sottomessi da una donna dominante e potente; in altri l’interesse è stimolato da un loro senso di insicurezza e, una donna che sa quello che vuole potrebbe calmare l’ansia e la paura di essere abbandonati. Il fascino delle MILF risiede in gran parte nella confutazione dell’idea che il sesso appartiene solo ai giovani o ai maschi di una certa età con le ragazzine…evoluzione di tempi!

Ora che sai, se senti qualcuno chiamarti MILF, significa solo che ti trova estremamente sexy.